Mobilità scuola docenti: workflow assente per chi presenta domanda di trasferimento interprovinciale

Stampa

I docenti assunti entro l'a.s. 2014/15 che in questi giorni (scadenza 2 giugno) stanno compilando e inviando su Istanze on line la domanda di trasferimento interprovinciale lamentano l'assenza del Workflow nella pagina personale.

I docenti assunti entro l'a.s. 2014/15 che in questi giorni (scadenza 2 giugno) stanno compilando e inviando su Istanze on line la domanda di trasferimento interprovinciale lamentano l'assenza del Workflow nella pagina personale.

Il workflow è il sistema che su Istanze on line permette ai docenti di seguire da casa l'iter della domanda di trasferimento.

Vi si accede tramite Istanze on line, dalla finestra "altri servizi".

La funzione Workflow è disponibile solo per le domande inserite in modalità on-line e solo dopo l'invio della domanda da parte del docente.

Subito dopo la presentazione della domanda il workflow si presenta nello stato

Inviata alla scuola (compare la data di presentazione della domanda)
Il docente ha inviato la domanda ad un'istituzione scolastica e quest'ultima non ha ancora operato su di essa.

Nelle settimane successive compariranno gli altri stati

Inviata all'USP
Il docente ha inviato la domanda ad un'istituzione scolastica che l'ha inviata all'USP di competenza e quest'ultimo non l'ha ancora convalidata nè cancellata

Convalidata dall'USP

L'USP di competenza ha convalidato la domanda. Ora la domanda parteciperà alle operazioni di mobilità.

Dopo questa fase i docenti riceveranno una lettera di notifica (nella mail nota a Istanze on line e nell'archivio, in cui l'Ufficio Scolastico decide i punteggi da assegnare alla domanda presentata. Se non si concorda con il punteggio proposto, bisogna presentare immediatamente reclamo).

In elaborazione dei movimenti

L'USP non può più operare sulla domanda in quanto sono iniziate le operazioni di elaborazione dei movimenti.

Elaborata dai movimenti
Le operazioni di elaborazione dei movimenti sono concluse e il docente può conoscere il risultato del movimento. [comparirà la casella Visualizza risultato]*

Il fatto che i docenti assunti entro l'a.s. 2014/15 che presentano domanda di trasferimento interprovinciale non visualizzino il workflow non è di per sè sintomo di un errore nella presentazione della stessa, in quanto la correttezza dell'invio è assicurata da due fattori: la domanda presente nell'archivio 2016 e la ricezione della mail da parte del Miur. Si tratta semplicemente di un errore di impostazione del sistema, essendo comune a tutti coloro che presentano la stessa tipologia di domanda.

Il workflow serve solo a seguire l'iter della domanda che proseguirà comunque anche se il docente non riesce a visualizzarlo. Consigliamo però ai docenti di controllare spesso la mail per non lasciarsi sfuggire la lettera di notifica dei punteggi, in modo da avere il tempo di presentare il reclamo, se necessario.

Tutto sulla mobilità

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata