Mobilità scuola docenti fase A: su Istanze on line per errore compare anche “trasferimento interprovinciale”

Stampa

Oggi primo giorno per la presentazione della domanda di mobilità per il personale docente interessato alla fase A del contratto sottoscritto l'8 aprile 2016.

Oggi primo giorno per la presentazione della domanda di mobilità per il personale docente interessato alla fase A del contratto sottoscritto l'8 aprile 2016.

E primi problemi. I modelli sono stati inseriti a metà mattina, ma durante la giornata sono stati già diverse le segnalazioni di malfunzionamento della piattaforma.

La fase A, fino al 23 aprile, è quella dei trasferimenti e passaggi all'interno della provincia.

Possono partecipare tutti i docenti assunti entro l'a.s. 2014/15, compresi i titolari sulla DOS, i docenti in sovrannumero e/o in esubero e coloro che hanno diritto al rientro entro l'ottennio. In questa fase otterranno la sede definitiva i neo immessi in ruolo delle fasi 0 e A.

La titolarità è per tutti su scuola.

Ma ci preme mettere in evidenza – affinchè possa essere corretto al più presto – che accedendo al form su Istanze on line all'interno della schermata si trova anche la voce “trasferimento interprovinciale”.

È ovviamente un errore in quanto sappiamo bene che in questa fase non è possibile per nessuna categoria dei docenti produrre domanda di trasferimento interprovinciale.

I docenti immessi in ruolo entro l'a.s. 2014/15 potranno infatti richiedere il trasferimento interprovinciale nella fase B, che sarà avviata su Istanze on line dal 9 al 30 maggio.

Una seconda prova del fatto che si tratti di un errore è il fatto che il sistema farebbe scegliere una sola provincia (per es. scuola primaria o I grado) con le scelte anche sintetiche delle scuole.

In poche parole è stato riportato tutto il format che era presente lo scorso anno, senza tener conto delle modifiche apportate dal contratto per l'a.s. 2016/17.

Le guide di OrizzonteScuola.it sulla mobilità scuola 2016/17

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur