Mobilità, quanti passano su altra classe di concorso? Alte percentuali a Torino e Firenze

Stampa

A Roma e Napoli, in cifre assolute, i trasferimenti più numerosi per passaggi ad altra classe di concorso (rispettivamente il 5 e il 4 per cento sul totale dei movimenti che interessano le intere province).

A Roma e Napoli, in cifre assolute, i trasferimenti più numerosi per passaggi ad altra classe di concorso (rispettivamente il 5 e il 4 per cento sul totale dei movimenti che interessano le intere province).

I dati relativi al 2014 sono stati forniti in esclusiva da VoglioIlRuolo ed analizzati insieme con OrizzonteScuola, grazie al nuovo ed innovativo servizio che consente di scegliere la miglior provincia per la mobilità 2015.

Percentuali lievemente più alte solo a Torino e Firenze, dove l’incidenza sul totale sale al 6%.
Dal nostro grafico si evince perciò chiaramente che i passaggi su altra classe di concorso rappresentano una casistica esigua sul totale delle domande per il cambiamento della sede: i trasferimenti si chiedono e si ottengono, quindi, restando nella propria classe di concorso.

Il grafico ci mostra in maniera analitica i numeri che confermano questa tendenza: nella Capitale su 4086 trasferimenti 191 (cioè il 5%) sono stati richiesti e ottenuti per un cambiamento di classe di concorso, mentre nel capoluogo partenopeo la percentuale sul totale scende di un punto (4%), conteggiata su 3616 trasferimenti totali.

Il terzo e il quarto posto della Top 15 sono occupati da Bari e Milano, distanziate da appena un punto se ci riferiamo al valore assoluto dei passaggi (83 a Bari e 82 a Milano), ma ben più distanti relativamente alla loro incidenza sul totale di trasferimenti per provincia: a Bari ben 5 docenti su 100 hanno optato per un trasferimento di classe di concorso, a Milano soltanto 3.

Il nostro speciale sulla Mobilità 2015: guide, consulenza

Roma, Napoli, Bari e Milano, quindi, in testa se parliamo di numeri assoluti; se prendiamo in considerazione i valori percentuali però le cose, come abbiamo già anticipato, cambiano e troviamo ai primi posti Torino e Firenze. All’ombra della Mole Antonelliana 61 docenti su 963 hanno presentato domanda di trasferimento non per ottenere una sede più comoda, ma per l’ingresso in una nuova classe di concorso. Nel capoluogo toscano i numeri sono inferiori, ma la proporzione rimane la stessa: 44 su 689.

Restano alti in percentuale i movimenti registrati in provincia di Foggia e Latina (5%), mentre Catania, Palermo, Salerno e Brescia invoglierebbero al passaggio ad altra classe di concorso solo 3 trasferiti su 100.

I dati in questione sono stati forniti in esclusiva da VoglioIlRuolo ad OrizzonteScuola. Per un loro utilizzo potete contattare [email protected]

__



Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!