Mobilità Puglia: anche per la secondaria di II grado più di 1.000 docenti fuori regione

WhatsApp
Telegram

Il quadro (a tinte fosche) dei trasferimenti fuori dalla nostra Regione è ormai completo; nonostante fossimo preparati al peggio, i numeri ci lasciano a questo punto sinceramente interdetti.

Il quadro (a tinte fosche) dei trasferimenti fuori dalla nostra Regione è ormai completo; nonostante fossimo preparati al peggio, i numeri ci lasciano a questo punto sinceramente interdetti.

Basandoci, come per le operazioni precedenti, sulla sigla della provincia di nascita dei docenti di scuola secondaria di II grado, all'interno della tabella della mobilità, e riservandoci come sempre un margine di errore, siamo in grado di fornire i seguenti dati:

Docenti complessivamente in mobilità fuori regione

  1676

Docenti che hanno volontariamente scelto altra regione

    235

Docenti che non hanno scelto la regione di destinazione ( assunti in fase B e C da GAE con legge 107 e fase c della mobilità)

  1.441

Dei docenti destinati “forzatamente” fuori regione la ripartizione tra posto comune e sostegno  è la seguente:

Docenti di posto comune fuori regione

  1.028

Docenti di sostegno fuori regione

    413

Questa volta, poiché l'informativa è stata, finalmente, più completa possiamo elaborare un'altra tabella i cui dati sono elaborati sulla regione di provenienza della domanea. Il risultato fornisce risultati leggermente diversi ma nettamente superiori al migliaio di unità come riportato nella seguente tabella

Domande partite dalla Puglia

2.168

Domande soddisfatte in Puglia

1.371

Domande destinate fuori Puglia

797

Domande partite da pugliesi in altre regini verso la Puglia

963

Domande soddisfatte di pugliesi da altre regioni verso la Puglia

528

Domande non soddisfatte di pugliesi da altre regioni verso la Puglia

435

Domande complessivamente presentate da Pugliesi e destinate a mobilità verso altre regioni

1.232

Se il dato calcolato sulla provincia di provenienza fornisce una mobilità coatta fuori regione per 1.441 docenti la seconda tabella riduce il fenomeno a 1.232 casi, certamente meno, ma comunque molto numerosi. Anche in questo caso il dato supera comunque le 1200.

In Puglia sono in situazione di particolare difficoltà i docenti del sostegno, della A019 e A017.

Al netto di tutto, anche se pure dovessero riscontrarsi errori nella nostra elaborazione, e tenendo conto di quelli che di sicuro il famigerato algoritmo ministeriale potrebbe aver  commesso pure stavolta, il dato rimane sconcertante: In base alla provincia di nascita sommando i 1441 trasferimenti coatti della secondaria di II grado ai 711 della secondaria di I grado ed ai 1099 della primaria, si ha che 3.251 docenti pugliesi non hanno avuto la possibilità di restare nella loro regione.  Purtroppo, un'elaborazione in base alla seconda tabella è possibile, al momento, solo per la secondaria di secondo grado.

A peggiorare il quadro, infine, giungono dal Nazionale segnali preoccupanti sulla “chiamata diretta”. Giovani insegnanti donne, convocate dai dirigenti scolastici, riferiscono che durante i colloqui sono state poste loro domande sui figli piccoli, sulla volontà di prendere un'aspettativa in caso di gravidanza o sulla richiesta di assegnazione per avvicinarsi a casa. La gravità di quanto accaduto in questi colloqui, se confermata, è tale che Il Ministro Giannini è dovuta già intervenire invitando le insegnanti a segnalare questi casi agli Uffici scolastici.

Claudio Menga
Segr. gen. FLC CGIL PUGLIA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur