Mobilità. Proposte per salvaguardia diritti assunti entro l’a.s. 2014/15

Stampa

I docenti della provincia di Lecce, in procinto di richiedere la mobilità interprovinciale per l'a.s. 2016/17 si sono costituiti in Comitato avente per scopo il riconoscimento dei loro diritti.

I docenti della provincia di Lecce, in procinto di richiedere la mobilità interprovinciale per l'a.s. 2016/17 si sono costituiti in Comitato avente per scopo il riconoscimento dei loro diritti.

Le richieste in sintesi

  • La mobilità per i docenti assunti entro l'a.s. 2014/15 avvenga, in primis, su tutti i posti disponibili sull'organico di diritto e successivamente su quello dell'autonomia secondo la legge 107/2015.
  • La mobilità, anche sulle classi di concorso in cui sono abilitati, sia permessa a tutti i docenti di sostegno, anche in deroga al vincolo quinquennale
  • I docenti titolari DOS (sulla secondaria di 2" grado) entro l'a.s.2014/15 possano richiedere una sede di titolarità così come per gli altri ordini di scuole, senza confluire negli albi
  • La legge delega sul sostegno non divenga retroattiva per tutti gli immessi in ruolo prima dell'entrata in vigore della stessa.
  • Esaurita la fase provinciale e interprovinciale per gli assunti entro l'a.s. 2014/15 ove si dovessero liberare posti nella fase successiva, prevedere una fase assestamento (con eventuale rielaborazione delle richieste sulle sedi residue) e di scambio per compensazione fra docenti titolari all'interno di province della stessa Regione e successivamente fra province diverse, quindi senza intaccare l'organico di ciascuna provincia.

Il documento

Il documento è appoggiato da USB P.I. SCUOLA Puglia "pienamente d'accordo con la richiesta dei tanti docenti che reclamano l'approvazione di norme sulla mobilità che rispondano ai criteri di giustizia e di merito espressa nel Documento"

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata