Mobilità primaria, Cangemi (PCI): dramma umano, spezzati legami familiari

WhatsApp
Telegram

Dichiarazione di Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del Partito comunista Italiano

Dichiarazione di Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del Partito comunista Italiano

"Migliaia d’insegnanti del Sud stanno ricevendo l'annuncio di una deportazione, un dramma umano e sociale opera di un governo di banditi."- ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

"Si spezzano legami, si allontanano d’autorità persone, molte non più in giovane età, da impegni familiari che non si possono delegare. E inoltre si privano le regioni meridionali di energie essenziali per lo sviluppo sociale e civile. Energie di cui c’è bisogno: bastava restituire alla scuola del Sud le decine di migliaia di cattedre tagliate dalla Gelmini, bastava iniziare a colmare lo storico divario nord-sud sul tempo pieno.

Il governo non ha questo interesse: ha confermato i tagli dei governi di destra, diminuendo il tempo di studio e moltiplicando le classi pollaio e con la 107 si è costruito una scuola asservita e senza diritti.

Le nostre denunce sulle conseguenze cosiddetta "buona scuola" trovano un’amara conferma, e non è che l’inizio.

Pensiamo che l’intero paese debba prendere atto di questa vergogna. Bisogna fermare questa macchina e rimettere la scuola italiana su binari degni di un paese civile".- ha concluso Cangemi
 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur