Mobilità, presentazione domanda dopo il 10 marzo. Vincoli per gli immessi in ruolo dal 1°settembre 2011

Di Lalla
Stampa

Lalla – La settimana che si apre dall’11 marzo sembra essere, a parere delle Organizzazioni sindacali, la più accreditata per la presentazione delle domande di mobilità, procedura già in ritardo e che non mancherà di influire sulle operazioni estive.

Lalla – La settimana che si apre dall’11 marzo sembra essere, a parere delle Organizzazioni sindacali, la più accreditata per la presentazione delle domande di mobilità, procedura già in ritardo e che non mancherà di influire sulle operazioni estive.

Il motivo del ritardo è noto. L’ipotesi di CCNI della mobilità del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2013/2014, inoltrata alla Funzione Pubblica per verificare la compatibilità economico-finanziaria, è stata restituita alla Direzione Generale del Personale della scuola con la motivazione che la relazione tecnica di accompagnamento deve essere conforme ai contenuti della circolare MEF n. 25 del 19/7/2012, avente per oggetto: “Schemi di relazione illustrativa e relazione tecnico-finanziaria ai contratti integrativi (art. 40 comma 3sexies Decr. Leg.vo n. 165 del 2001)”

Pertanto il Ministero ha predisposto una nuova relazione, e ha inoltrata nuovamente l’ipotesi di CCNI alla Funzione Pubblica e al MEF per le verifiche previste.

Il contratto è stato rispedito il 7 febbraio, per cui non può essere firmato prima di lunedì 11 marzo.

Dalla firma del contratto decorreranno trenta giorni per la presentazione delle domande.

L’ipotesi di contratto e le novità previste per l’a.s. 2013/14

Lo speciale di Orizzonte Scuola

Mobilità docenti neo immessi in ruolo, la guida per richiedere la sede definitiva

Mobilità 2013/14 : come individuare il perdente posto. Scheda n. 1 per Dirigenti, segreterie e docenti

Docenti costretti per 5 anni nella provincia di immissione in ruolo chiedono l’abolizione del blocco

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico