Mobilità infanzia, 2000 immobilizzati non ce l’hanno fatto a rientrare nella propria provincia

di Nino Sabella
ipsef

In data odierna, dopo le diverse vicissitudini che hanno caratterizzato la pubblicazione dei movimenti della scuola dell'infanzia – fasi B, C e D della mobilità 2016/17, il Miur ha pubblicato il bollettino completo dei docenti che hanno ottenuto il trasferimento su scuola o ambito, come riferito dalla nostra redazione in "Mobilità fase B, C, D. Il file infanzia completo dei docenti che hanno ottenuto scuola o ambito territoriale titolarità".  

In data odierna, dopo le diverse vicissitudini che hanno caratterizzato la pubblicazione dei movimenti della scuola dell'infanzia – fasi B, C e D della mobilità 2016/17, il Miur ha pubblicato il bollettino completo dei docenti che hanno ottenuto il trasferimento su scuola o ambito, come riferito dalla nostra redazione in "Mobilità fase B, C, D. Il file infanzia completo dei docenti che hanno ottenuto scuola o ambito territoriale titolarità".  

Per quanto riguarda, invece, la scuola primaria la pubblicazione dei trasferimenti è attesa per domani 29 luglio.

Dall'analisi del suddetto file, posto che non vi siano rettifiche dovute a eventuali errori, emergono alcuni dati interessanti relativi ai trasferimenti disposti su scuola e su ambito, sui posti comuni e di sostegno e, infine, sulle regioni in cui vi è stato il maggior numero di trasferimenti.

Le domande presentate, secondo quanto comunicato dal Miur, sono state oltre 5000 da parte dei docenti sia neo immessi sia immessi entro l'anno scolastico 2014/15.

Delle 5000 domande ne sono state soddisfatte  2979 per cui, considerato che i neo immessi dovevano per forza di cose avere una scuola/ambito di titolarità e considerata l'esattezza dei dati forniti dal Miur (5000 domande presentate), oltre 2000 docenti immobilizzati non stati soddisfatti nel movimento richiesto.

Altro dato significativo riguarda i trasferimenti su ambito e quelli su scuola: 1456 docenti hanno ottenuto la titolarità su un ambito territoriale, ragion per cui saranno sottoposti alla chiamata diretta, mentre 1523 immobilizzati hanno ottenuto il trasferimento, quindi la titolarità, su scuola.

Il numero maggiore di trasferimenti, in tutte le Regioni, ha riguardato i posti comuni.

La Regione in cui è stato disposto il numero maggiore di trasferimenti, sia su posto comune che di sostegno, è la Campania con 742 docenti trasferiti, seguita da: Puglia (328), Sicilia (320), Calabria (300), Lazio (259), Lombardia (217), Veneto (133), Toscana (115), Emilia Romagna (114), Piemonte (92), Abruzzo (78), Sardegna (65), Marche (62), Basilicata (41), Friuli Venezia Giulia (35), Molise (32) e, infine, Liguria (22).

Le Regioni con il maggior numero di trasferimenti in entrata, dunque, sono quelle dell'Italia Meridionale (Campania, Puglia, Sicilia e Calabria), eccetto il Lazio, la Lombardia e il Veneto.
 

Mobilità fase B, C, D. Il file infanzia completo dei docenti che hanno ottenuto scuola o ambito territoriale titolarità

Chiamata diretta, salve le precedenze l.104/92. Docenti assegnati alle scuole entro il secondo giorno successivo alla pubblicazione dei movimenti

Chiamata diretta. Nota Miur sull'assegnazione del personale di ruolo: procedura e tempistica

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare