Mobilità e vincolo triennale: si considera nella provincia immissione e non provincia in cui si ottiene trasferimento interprovinciale

WhatsApp
Telegram

In assenza di deroga, come quella prevista per il prossimo anno scolastico 2016/17, il vincolo triennale riguarda la provincia di immissione in ruolo e determina per i docenti neo-immessi l’obbligo di permanenza nella provincia per tre anni.

In assenza di deroga, come quella prevista per il prossimo anno scolastico 2016/17, il vincolo triennale riguarda la provincia di immissione in ruolo e determina per i docenti neo-immessi l’obbligo di permanenza nella provincia per tre anni.

La diffusa preoccupazione di molti docenti con sede di titolarità e che hanno superato il vincolo di permanenza triennale nella provincia di immissione in ruolo, che per il prossimo anno scolastico intendono chiedere trasferimento interprovinciale, è l’obbligo di rimanere per un triennio nella provincia in cui potrebbero ottenere il movimento richiesto.

Si ritiene necessario tranquillizzare questi docenti per i quali, ottenuto il trasferimento interprovinciale, non ci sarà nessun vincolo triennale e potranno chiedere ulteriore trasferimento in altra provincia anche nel successivo anno scolastico.

Diversa risulterebbe la situazione dei docenti neo-immessi nel corrente anno scolastico che, parteciperanno alla mobilità 2016/17 per avere l’assegnazione della sede definitiva, non solo la scuola o l’ambito territoriale di titolarità, ma anche la provincia. La sede definitiva, infatti, grazie alla deroga prevista nella legge 107 e confermata ed estesa a tutti i docenti neo-immessi nell’ipotesi di CCNI 2016/17, potrà essere attribuita loro anche in una provincia diversa da quella di immissione in ruolo.

Il dubbio che sorge, quindi, riguarda il vincolo triennale sulla provincia in cui avranno sede definitiva, vincolo che potrebbero essere tenuti a rispettare, in mancanza di deroghe, a decorrere dall’anno scolastico 2016/17.

Per questi docenti sarà obbligatoria la permanenza per un triennio nella provincia in cui avranno l’assegnazione della sede definitiva per l’a.s. 2016/17?

Fornire una risposta certa al quesito, al momento attuale non è possibile, non sapendo ancora se la deroga al vincolo triennale prevista per il prossimo anno, potrà essere estesa anche agli anni scolastici successivi.

La certezza che OrizzonteScuola vuole sottolineare è quella che interessa i docenti che hanno già superato il vincolo triennale nella provincia di immissione in ruolo e che parteciperanno per il prossimo anno scolastico alla mobilità interprovinciale, chiedendo trasferimento o passaggio di cattedra o passaggio di ruolo in un’altra provincia.

Si ribadisce che, se otterranno il movimento richiesto, questi docenti non saranno sottoposti a nessun vincolo temporale di permanenza nella nuova provincia di titolarità e potranno chiedere mobilità in altra provincia anche l’anno successivo.

Tutto sulla mobilità

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur