Mobilità, docenti senza sede: utilizzazione o assegnazione provvisoria. Vediamo i particolari

WhatsApp
Telegram

La FLCGIL ha pubblicato una guida relativamente ai docenti che a seguito delle operazioni di mobilità non hanno ricevuto una sede.

La FLCGIL ha pubblicato una guida relativamente ai docenti che a seguito delle operazioni di mobilità non hanno ricevuto una sede.

I docenti che non hanno ricevuto incarico possono essere:

  1. docenti assunti entro il 2014/2015, in esubero ma titolari in una provincia. Questi docenti risultano soprannumerari nella provincia di titolarità.
  2. docenti assunti da concorso fase B e C che pur avendo partecipato alla fase B3 della mobilità, adesso risultano soprannumerari nella provincia i titolarità
  3. docenti neo assunti da Gae nelle fasi B e C che avendo partecipato alla fase C della mobilità, non hanno ottenuto sede. In questo caso l'esubero è a livello nazionale.

Secondo la guida della FCLGIL, gli esuberi saranno affrontati in due diverse modalità:

  • esuberi provinciali: assegnazione d'ufficio da parte dell'USP all’ambito territoriale della provincia di titolarità comprendente la prima preferenza espressa nella domanda di mobilità. Questi docenti non avranno incarico triennale, ma dovranno presentare domanda di utilizzazione (anche per ruoli o classi di concorso diverse, se in possesso del titolo) per le scuole della stessa provincia di titolarità o per provincia diversa. Inoltre potranno presentare domanda di assegnazione provvisoria (se interessati ed in possesso dei requisiti) sui posti attivati in organico di fatto. In caso di mancato incarico, questi docenti saranno utilizzati d’ufficio, anche in soprannumero, in una scuola dell’ambito assegnato.
  • docenti neo assunti da Gae nelle fasi B e C rimasti in esubero: assegnazione d'ufficio nalla provincia di assunzione. Questi docenti non avranno incarico triennale. Questi docenti non avranno incarico triennale, ma dovranno presentare domanda di utilizzazione (anche per ruoli o classi di concorso diverse, se in possesso del titolo) per le scuole della stessa provincia di titolarità o per provincia diversa. Inoltre potranno presentare domanda di assegnazione provvisoria (se interessati ed in possesso dei requisiti) sui posti attivati in organico di fatto. In caso di mancato incarico, questi docenti saranno utilizzati d’ufficio, anche in soprannumero, in una scuola dell’ambito assegnato.

 

Tutto sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff