Mobilità, docenti Marche incontrano Presidente regione: assegnazioni provvisorie per garantire continuità didattica

WhatsApp
Telegram

Prosegue la mobilitazione dei Consigli regionali per i docenti che, in seguito alla mobilità straordinaria, dovranno lasciare la loro terra d'origine e le loro famiglia. 

Prosegue la mobilitazione dei Consigli regionali per i docenti che, in seguito alla mobilità straordinaria, dovranno lasciare la loro terra d'origine e le loro famiglia. 

Dopo Sicilia e Puglia, è la volta del consiglio regionale delle Marche, il cui Presidente, Antonio Mastrovincenzo, ha incontrato una delegazione di docenti, che dovranno lasciare la Regione, impegnandosi a riferire il tutto all'assessore all'istruzione Bravi. .

La citata delegazione ha rappresentato docenti facenti parte del gruppo "Assegnazioni provvisorie ora", la maggior parte dei quali insegnanti di sostegno.

La richiesta avanzata al Presidente Mastrovincenzo è quella di poter continuare a svolgere l'attività di insegnamento su posti sostegno nelle Marche, non solo per le esigenze dei docenti ma anche e soprattutto per i ragazzi disabili, per i quali la continuità didattica è maggiormente necessaria che per gli studenti normodotati.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff