Mobilità: docenti con 700 o 500 punti, dobbiamo veramente credere che non ci siano errori nei trasferimenti?

Stampa

Seppure certo non ci rassegneremo alla mancata pubblicazione dell'algoritmo utilizzato dal Ministero per elaborare i dati relativi alla mobilità del personale docente per l'a.s. 2016/17, una semplicissima ricerca "ordina per punteggio" nel file diramato dall'Amministrazione ai sindacati ci rilascia dei risultati sorprendenti.

Seppure certo non ci rassegneremo alla mancata pubblicazione dell'algoritmo utilizzato dal Ministero per elaborare i dati relativi alla mobilità del personale docente per l'a.s. 2016/17, una semplicissima ricerca "ordina per punteggio" nel file diramato dall'Amministrazione ai sindacati ci rilascia dei risultati sorprendenti.

Ad essere oggetto di contestazione in questo momento non sono i trasferimenti (abbiamo già chiarito che si tratta di un falso problema a fronte della mancanza di trasparenza nelle procedure), ma i punteggi relativi ad alcuni docenti della secondaria di I grado. Attenzione, non ci perrmettiamo di dire nè "dichiarati", nè "attribuiti", in quanto è difficile dire dove sia stato l'errore.

Se anche ci fosse stato un errore di digitazione durante la compilazione della domanda su Istanze on line da parte del docente, la domanda ha poi compiuto un giro così lungo (ricordate il workflow per seguire le operazioni?) che qualcuno in questi mesi avrebbero potuto/dovuto accorgersi dell'errore. E non stiamo parlando di un singolo docente, ma di più persone appartenenti a province diverse. Ricordiamo infatti che la domanda viene consegnata telematicamente alla segreteria scolastica che ne verifica velocemente la congruenza e la passa all'Ufficio Scolastico. Qui avviene la verifica in dettaglio del punteggio, seguito dalla convalida della domanda, e dalla notifica all'interessato, che può presentare reclamo entro i 10 giorni successivi qualora non dovesse concordare – motivandolo – con il conteggio dell'Ufficio Scolastico.

Una tabella di valutazione dei titoli che per vari motivi è stata modificata solo in qualche passaggio ma che, anche se i docenti potessero avere accesso a tutte le singole voci (circostanza di per sè impossibile), non avrebbero mai potuto acquisire tale punteggio.

Precari storici con 20-25 anni di servizio? Se anche fosse, la circostanza rimane comunque dubbia perchè non ci sono i margini per tale punteggio.

Ok, un errore. E se c'è un errore (originato chissà dove) chi ci assicura che non ce ne siano altri? E' questa una delle anomalie del sistema al quale accenna il Ministero, pronto a correggere il trasferimento di chi riesce a dimostrare di aver subito un torto?

Certamente qualcosa non ha funzionato, ma guai ad ammetterlo.

L'immagine che dimostra l'errore nei punteggi. Clicca per ingrandirlo.

Tutti i dati sulla mobilità I grado

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur