Mobilità attenzione agli allegati: errori nelle domande per la scuola primaria. Miur riapre funzioni convalida fino al 7 luglio

di redazione
ipsef

Il Miur ha inviato agli Uffici Scolastici una mail con la quale comunica la riapertura delle funzioni di convalida delle domande di mobilità interprovinciale per la scuola primaria.

Il Miur ha inviato agli Uffici Scolastici una mail con la quale comunica la riapertura delle funzioni di convalida delle domande di mobilità interprovinciale per la scuola primaria.

Sono infatti pervenute segnalazioni di annullamento o valutazione a punti 0 delle domande di mobilità interprovinciale a causa della mancanza delle dichiarazioni personali.

Il Miur ha confermato che gli allegati dovevano essere inseriti nella sezione "Altri servizi" di Istanze on line e poi allegate alla domanda all'atto della compilazione stessa. Anche se la procedura era spiegata nel manuale di istruzioni a disposizione dei docenti durante la fase di compilazione, si è trattato di una procedura nuova (anche per i sindacati) rispetto al modo di procedere solito, che forse ha ingenerato qualche equivoco.

Il Miur considera pertanto la complessità e la novità della procedura di quest'anno e poichè è diposto a favorire il più possibile la mobilità, soprattutto per coloro che erano vincolati alla presentazione della domanda, e quindi ha dato indicazioni agli Uffici scolastici di considerare ugualmente valide le dichiarazioni del docente qualora gli stessi siano stati inseriti e poi non collegati alla domanda.

Di conseguenza è stata disposta una riapertura delle funzioni di validazione delle domande per la scuola primaria fase B,C e D fino alle ore 20 del 7 luglio.

Saranno quindi riesaminati eventuali reclami dei docenti che hanno ricevuto la comunicazione dell'annullamento della domanda o della attribuzione di punteggio 0, verificando la presenza delle dichiarazioni secondo la procedura descritta

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare