Mobilità: assunti da fase B GM ancora una volta danneggiati e merito calpestato. Lettera

WhatsApp
Telegram

Gentile redazione, scriviamo, ancora una volta, per focalizzare l'attenzione del governo e dei media sulla gravissima, paradossale e reiterata ingiustizia perpetrata ai danni degli insegnanti assunti da gm 2012 in fase b.

Gentile redazione, scriviamo, ancora una volta, per focalizzare l'attenzione del governo e dei media sulla gravissima, paradossale e reiterata ingiustizia perpetrata ai danni degli insegnanti assunti da gm 2012 in fase b.

Nel settembre del 2014 i candidati che non sono rientrati nelle assunzioni della fase A del piano straordinario (fase regionale) sono stati obbligati a presentare candidatura su 100 province in ordine di preferenza, pena la rinuncia al meritato ruolo in considerazione della annunciata  imminente cancellazione delle graduatorie di merito per il bando di un nuovo concorso.

Tale obbligo, già lesione di un diritto acquisito ad essere assunti in regione concorsuale, ha danneggiato paradossalmente i migliori classificati in graduatoria, costretti ad accettare il ruolo fuori regione (data l'assenza TEMPORANEA di posti in regione concorsuale).

Poco dopo, a novembre , istituiti migliaia di nuovi posti di potenziamento in tutte le regioni, sono stati assunti tutti i candidati gm classificatisi dopo (cioè i meno meritevoli) nella prima provincia scelta (anche l'ultimo in graduatoria).

Ciò in Sicilia ha aggiunto ulteriore danno in quanto gran parte degli assunti in fase B, in particolare nella classe di concorso primaria,  rientrava addirittura tra i VINCITORI (cioè classificati entro i posti banditi, non assunti per ritardo di un anno nella pubblicazione delle graduatorie da parte dell'USR), i quali per giusto merito dovevano essere chiamati ad occupare i primi posti disponibili in regione.

I vincitori di certo avrebbero atteso volentieri fino a novembre per occupare i posti di prima preferenza IN REGIONE CONCORSUALE, considerato anche che con l'organico di potenziamento non si pone più alcuna distinzione tra il ruolo degli assunti in fase B e quello degli assunti in fase C ( nè a livello economico, nè a livello di assegnazione di una sede fissa, o di una classe fissa).

Danni economici, familiari e psicologici sono la conseguenza di una PALESE ed ASSURDA disparità di trattamento che capovolge il merito. Anche la mobilità straordinaria si è rivelata una straordinaria ingiustizia per i Gm siciliani vincitori di un pubblico concorso. Non sono state infatti prese le misure necessarie a sistemare la stortura creatasi.

La strutturazione in fasi della mobilità ha ulteriormente danneggiato e beffeggiato gli assunti in fase B da Gm, in quanto l'accantonamento dei posti era previsto nella provincia di assunzione per tutti i Gm, anche per quelli assunti fuori regione. Pertanto gli assunti da gm in fase B hanno ottenuto assegnazione della sede definitiva nella provincia di assunzione, che è fuori dalla regione concorsuale, mentre per gli assunti in fase C l'assegnazione della sede definitiva accantonata nella provincia di assunzione ha significato restare nella prima provincia scelta, in barba ai minori punteggi conseguiti nel concorso.

Si capisce bene come così siano stati iniquamente privilegiati gli assunti da fase C, perlopiù assunti nella prima provincia scelta (specie in Sicilia) e comunque tutti in REGIONE CONCORSUALE, mentre i fase B (meglio classificati e più meritevoli) sono rimasti inevitabilmente immobilizzati nella provincia di assunzione, che è FUORI REGIONE CONCORSUALE.

In uno stato che si dice democratico e governato sulla base della meritocrazia  LA SOLUZIONE PUO' E DEVE ESSERE TROVATA. Il Miur si adoperi per far rientrare nelle rispettive province di residenza i meritevoli, coloro che hanno dimostrato di valere piazzandosi ai primi posti della graduatoria di merito. La nostra battaglia nei tribunali è già partita. Ed è solo l'inizio. Intendiamo combattere per vedere riconosciuto il nostro diritto, brutalmente calpestato da un governo che a parole si vanta di puntare tutto sul merito e nei fatti penalizza proprio chi il merito lo ha più volte dimostrato.

Maria Rita Raucea, a nome dei vincitori di scuola primaria regione Sicilia.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur