Mobilità. Appello del sindaco di Praia a Mare (CS): no ai trasferimenti degli insegnanti meridionali al Nord

Stampa

Nota rimessa dal Sindaco Antonio Praticò, al Governo, ai Senatori e Deputati calabresi, al Presidente della Regione Calabria, ai Presidenti delle Provincie calabresi, all'Ufficio scolastico Regionale e agli Uffici Scolastici Provinciali, in merito ai trasferimenti degli insegnanti meridionali al Nord.

Nota rimessa dal Sindaco Antonio Praticò, al Governo, ai Senatori e Deputati calabresi, al Presidente della Regione Calabria, ai Presidenti delle Provincie calabresi, all'Ufficio scolastico Regionale e agli Uffici Scolastici Provinciali, in merito ai trasferimenti degli insegnanti meridionali al Nord.

Scrive il Sindaco: "si va profilando una vera e propria "deportazione" dei nostri docenti nell'area nord del nostro paese.

Tale "deportazione" non rappresenterebbe solo un problema per il "trasferito" ma colpirebbe la nostra collettività sotto vari aspetti"

E il Sindaco elenca e precisa l'aspetto economico, culturale, sociale.

"L'anomalia della procedura in corso – prosegue il Sindaco – sta proprio nel fatto di dover concorrere al buio […] per mete indefinite e sconosciute […]anche dopo trent'anni di girovagare tra tante scuole della nostra provincia.

"Ribadisco pertanto il mio appello – conclude il Sindaco – a tutte le istituzioni affinchè possano trovare soluzioni adeguate, al fine di scongiurare tanti gravi danni sia alle persone e alle famiglie interessate, sia alle intere comunità meridionali, che mai come ora hanno bisogno di crescita e sviluppo e non certo di ulteriori penalizzazioni economiche e sociali".

Leggi il documento in versione integrale

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata