Mobilità 2016/17: neoassunti su sostegno fase B Basilicata chiedono possibilità di trasferimento su tutte le abilitazioni

Stampa

I docenti neoassunti in fase B su posti di sostegno della Basilicata, quindi fuori provincia, hanno affidato le proprie istanze al Governatore Marcello Pittella che le consegnerà al Ministro Giannini.

I docenti neoassunti in fase B su posti di sostegno della Basilicata, quindi fuori provincia, hanno affidato le proprie istanze al Governatore Marcello Pittella che le consegnerà al Ministro Giannini.

Si tratta di istanze volte a rivedere le norme per la mobilità dei docenti neoassunti 2016/17. In realtà l'ipotesi di contratto, già firmata dai sindacati (tranne Gilda degli Insegnanti) è adesso al vaglio della Funzione Pubblica e alla fine del mese dovrebbe essere emanata l'ordinanza per la presentazione della domanda. Questa la tempistica attesa Mobilità. In arrivo l'ordinanza con i dettagli operativi: domande scaglionate per fasi da fine marzo a maggio, esiti entro luglio

Non si parla quindi di riapertura della contrattazione, tuttavia le istanze potrebbero anche influenzare le scelte per il contratto sulle assegnazioni provvisorie, che deve ancora essere concordato tra Miur e sindacati.

Cosa chiedono i docenti in questione:

  • "riciclare" priorità su disciplina
  • tenere in considerazione tutte le abilitazioni di cui si è in possesso

Intanto domenica 13 marzo i docenti della fase B parteciperanno all'angelus del Papa a Roma per chiedere il diritto al ricongiungimento alle proprie famiglie.

Docenti neoassunti fase B il 13 marzo dal Papa. "Non si può vivere lontani dalle proprie famiglie"

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa