Mobilità 2016/17. DOS non confermati nella scuola di servizio: rettificare domanda e poi reinserirla a sistema. Indicazioni per gli Uffici

Stampa

Gli ATP hanno iniziato ad attribuire la titolarità ai docenti DOS richiedenti conferma nella scuola di attuale servizio nella provincia di titolarità, come abbiamo riferito nell'articolo "Mobilità 2016/17. Assegnazione a domanda titolarità DOS: gli UU.SS.PP. iniziano a pubblicare i provvedimenti". 

Gli ATP hanno iniziato ad attribuire la titolarità ai docenti DOS richiedenti conferma nella scuola di attuale servizio nella provincia di titolarità, come abbiamo riferito nell'articolo "Mobilità 2016/17. Assegnazione a domanda titolarità DOS: gli UU.SS.PP. iniziano a pubblicare i provvedimenti". 

Forniamo dei chiarimenti in merito alla procedura da seguire per l'attribuzione di detta titolarità.

Tale operazione può essere effettuata solo dopo la definizione dell'organico dell'autonomia, che comprende i posti di diritto e di potenziamento.

I docenti DOS, ribadiamo, hanno avuto la possibilità di chiedere l'assegnazione della titolarità nella scuola di attuale servizio e/o di presentare normale domanda di mobilità (in fase A) per avere una sede definitiva, ai sensi dell'articolo 7 comma 3 del CCNI sulla mobilità a.s. 2016/17.

I docenti, che hanno chiesto solo la conferma nella scuola di attuale servizio, qualora tale conferma non venga concessa, devono essere riammessi alle operazioni di mobilità, a meno che non abbiano presentato contestualmente  sia richiesta di conferma sia domanda di mobilità.

Ai docenti, che hanno presentato contemporaneamente richiesta di conferma e domanda di mobilità, che hanno espresso come prima preferenza la scuola di servizio ed hanno ottenuto la conferma in quest'ultima, la domanda di mobilità sarà annullata. In caso contrario, ossia hanno richiesto prima scuole diverse da quella di servizio e/o non vengono confermati, la loro domanda deve essere elaborata nell'ambito dei movimenti (anche e soprattutto la domanda di quei docenti che, avendo superato il quinquennio, chiedono pure posti comuni). A tal fine, è necessaria una modifica della domanda presentata, in quanto è cambiata la loro situazione giuridica: in fase di presentazione della domanda, infatti, avevano lo status di DOS, status che adesso hanno perso, in quanto devono avere la titolarità su scuola. Pertanto, come già detto, la domanda di tali docenti deve essere prima rettificata e poi reinserita a sistema.

Tutto sulla mobilità

Vai alla guida per la compilazione della domanda fasi B,C, D

I video tutorial

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur