Mobilità 2014. Le novità per le precedenze per disabilità o per chi presta assistenza (art. 7)

di Lalla
ipsef

red – Nell’ultimo incontro al Ministero per la predisposizione dell’ipotesi di contratto per la mobilità 2014 del personale di ruolo, si è discusso delle precedenze per disabilità o per chi presta assistenza. I dettagli.

red – Nell’ultimo incontro al Ministero per la predisposizione dell’ipotesi di contratto per la mobilità 2014 del personale di ruolo, si è discusso delle precedenze per disabilità o per chi presta assistenza. I dettagli.

Dal resoconto della Gilda degli Insegnanti apprendiamo che si è convenuto di inserire quanto segue nell’ipotesi di contratto da inviare alla Funzione Pubblica per la necessaria approvazione

a) i docenti destinatari di certificazioni di disabilità rivedibile hanno titolo ad avvalersene per l´ esclusione dalle graduatorie per l´individuazione dei perdenti posto, qualora la suddetta rivedibilità sia successiva al termine ultimo per la presentazione delle domande di mobilità;

b) nella mobilità volontaria, invece, resta confermata la necessità della certificazione definitiva, mentre quella rivedibile può essere utilizzata solo per le domande di utilizzazione e di assegnazione provvisoria, purché lo spazio temporale di validità delle suddette certificazioni copra l´ intero anno scolastico per il quale viene disposta la mobilità annuale;

c) l’esclusione dalla graduatoria interna di circolo o d´ istituto per l´individuazione dei perdenti posto si riconosce anche a chi assiste il figlio o il coniuge disabile grave con certificazione rivedibile sempre con scadenza successiva al termine di presentazione delle domande di mobilità;

d) i docenti che beneficiano delle precedenze ex art. 7, co. 1 non possano avvalersene qualora la contrazione di organico comporti la costituzione di una COE (cattedra oraria esterna) con completamento nella stessa istituzione scolastica, nel medesimo comune o distretto subcomunale se si tratta di una grande città. Al contrario, quindi, possono avvalersene se la COE prevede il completamento in altro comune o distretto subcomunale;

e) ci si può avvalere, in sede di esclusione dalle graduatorie, delle certificazioni di disabilità grave rivedibile anche per i figli maggiorenni.

Le precedenze di cui all´ art. 7, co.1 vanno applicate ai diretti interessati utilizzando sempre quella di grado più elevato, ma all´ interno del singolo movimento un docente perdente posto – se in possesso p. es. anche della L. 104/92 – se ne avvale rispetto a coloro che non possono vantare tale precedenza.

Gli altri argomenti di discussione Mobilità 2014, le novità: riduzione a tre anni vincolo per i neoassunti, transito su altre classi di concorso per C555 e C999, gestione sostegno secondaria di II grado

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione