Il Miur ricarica i POS delle scuole per pagamento delle supplenze brevi, ma i soldi saranno assegnati a gennaio 2014

di Lalla
ipsef

red – Un respiro di sollievo per le scuole e per il personale della scuola che ha svolto supplenti brevi ma che si trova a trascorere un Natale amaro a causa dei ritardi con cui vengono accreditati gli stipendi. Per Natale non si farà più in tempo, ma il fatto che le scuole ricevano i soldi è di per sè una notizia positiva.

red – Un respiro di sollievo per le scuole e per il personale della scuola che ha svolto supplenti brevi ma che si trova a trascorere un Natale amaro a causa dei ritardi con cui vengono accreditati gli stipendi. Per Natale non si farà più in tempo, ma il fatto che le scuole ricevano i soldi è di per sè una notizia positiva.

La somma erogata alle scuole integra la quota base per supplenze brevi e saltuarie già assegnata in conto competenza per l’anno 2013 con la nota 8110 del 17 dicembre 2012 relativa alle istruzioni per il Programma Annuale 2013 integrata dalla nota 6348 del 17 settembre 2013 e successive integrazioni.

La somma come sopra assegnata sarà erogata a gennaio p.v. mediante caricamento sul sistema SICOGE e sul POS ( Punto Ordinante di Spesa) delle scuole.

Ancora una volta il Miur ricorda alle segreterie la corretta procedura per far sì che il fabbisogno per spese di supplenze venga correttamente rilevato: è necessario che la scuola trasmetta i contatti registrati attraverso il SIDI.
Per la verifica dello stato dei contratti trasmessi si consulti la funzione Assunzioni (Gestione Corrente)/Gestione Flussi MEF del SIDI e si interroghi lo Stato di Avanzamento Trasmissioni.
I contratti correttamente trasmessi, e rilevati da questo ufficio, sono quelli che alla data dello scarico dati, riportavano nella colonna Stato Contratto Rispetto a SPT i seguenti valori:
VALIDATO PER D.L. 95/2012 – per contratti a decorrere dal 1 gennaio 2013
Non soggetto a trattazione SPT – per contratti a cavallo tra l’A.F. 2012 e l’A.F.2013

Supplenze: Il MEF risponde alle richieste di chiarimenti

Stipendio tirato a sorte e disoccupazione accreditata a docenti che lavorano. Anche questo è il Natale dei supplenti della scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare