Miur ribadisce il blocco degli scatti per la pensione e buonuscita

di Lalla
ipsef

ANIEF – Costretti alla cessazione del servizio i docenti soprannumerari. Gli altri possono rimanere ma dovranno lavorare due anni in più per non perdere in media 7.000 su buonuscita e 70 euro al mese. Tutti possono ricorrere con l’Anief per ottenere il diritto al recupero degli scatti maturati entro il 2012.

ANIEF – Costretti alla cessazione del servizio i docenti soprannumerari. Gli altri possono rimanere ma dovranno lavorare due anni in più per non perdere in media 7.000 su buonuscita e 70 euro al mese. Tutti possono ricorrere con l’Anief per ottenere il diritto al recupero degli scatti maturati entro il 2012.

Ci risiamo: dopo le polemiche che un’altra O. S. ha mosso, a seguito dei nostri ricorsi, confermando, però, finalmente un blocco degli scatti fino a quel giorno smentito, mentre in assemblee di altre OO. SS., addirittura si arriva a dire ai colleghi che i tecnici di Tremonti si sono sbagliati a prorogare le date di maturazione degli scatti nel cedolino di gennaio, ora il MIUR con nota Prot. n. AOOODGPER 1610 del 24 febbraio 2011, precisa che il personale della scuola che appartenga a profili, posti o classi di concorso in esubero non può essere mantenuto in servizio come tutti gli altri – graziati e speranzosi – che hanno raggiunto il quarantesimo anno contributivo e maturano un miglioramento stipendiale entro il 31 agosto 2012.

Perché non si sa, visto che l’art. 3 della Costituzione sembra non trovare pace a Viale Trastevere. L’obiettivo, per gli altri, era quello meritorio di tutelare la speranza (per noi, diritto) di una maggiore buonuscita e pensione a quanti hanno lavorato una vita, nel caso in cui, però, si possano recuperare dai tagli i soldi per gli scatti bloccati, sempre se possono essere calcolati per la pensione visto il divieto previsto dalla legge 122/2010 – che rispetto a circolari o decreti rappresenta la fonte primaria.

Noi, proseguiamo per la nostra strada, convinti che soltanto con il ricorso, dopo l’evidente esclusione della partecipazione sindacale prevista dalla normativa, possa consentire:

ai docenti soprannumerari, la possibilità di rimanere in servizio dopo il 40° anno e di farsi riconoscere gli scatti biennali,
al restante personale che ha raggiunti i 40° anni di servizio e rimane, di farsi riconoscere, comunque, il biennio lavorativo oltre agli scatti,
a tutto il personale della scuola, la possibilità di recuperare gli scatti biennali, di sbloccare il contratto e impedire la cancellazione degli automatismi di carriera.

Gli articoli di giornale sul blocco degli scatti e i pensionamenti con 40 anni di servizio

http://www.anief.org/content_pages.php?pag=936&sid=
http://www.anief.org/content_pages.php?pag=927&sid=
http://www.anief.org/content_pages.php?pag=922&sid=

Per aderire ai ricorsi contro il blocco degli scatti e del contratto

N.b.
a) Il personale soprannumerario ricorrente deve indicare la sua posizione ‘soprannumerario’ nell’oggetto della mail di pre-adesione ai ricorsi.
b) Il personale che rimane in servizio dopo 40 anni deve indicare la sua posizione ‘pensionabile’ nell’oggetto della mail di pre-adesione ai ricorsi.

Versione stampabile
anief
soloformazione