Miur non permette assegnazioni a docenti senza titolo sostegno, ma lo prevede per i precari. Lettera

WhatsApp
Telegram

Siamo docenti sardi di ruolo con esperienza su cattedra nella propria materia e nel sostegno anche se privi di titolo di specializzazione che non hanno ottenuto assegnazione provvisoria e sono titolari in sedi fuori Provincia e addirittura fuori Regione. Se l’anno scorso i contratti integrativi Regionali avevano posto rimedio in molti casi all’emergenza, quest’anno le cose sono andate diversamente.

Molti di noi sono impossibilitati a raggiungere la sede di titolarità non potendo affrontare le difficoltà di un trasferimento per le responsabilità e i legami con le famiglie o in quanto genitori di bambini piccoli.

Consapevoli del fatto che la priorità di ricoprire cattedre di sostegno spetti a docenti in possesso dell’abilitazione al sostegno ma anche del fatto che i posti disponibili siano nettamente superiori agli abilitati, stiamo chiedendo di poter essere utilizzati nel sostegno nella nostra provincia di residenza impegnandoci a frequentare un corso abilitante nel caso in cui sia predisposto.

A tal proposito segnaliamo il caso di colleghi già iscritti al corso abilitante 2017 nella loro provincia di residenza che, non avendo ottenuto assegnazione provvisoria, sono impossibilitati a frequentarlo.

Da un lato il Ministro si è espresso con un NO rispetto alla possibilità di far ricoprire cattedre di sostegno a docenti privi di titolo, dall’altro la nota Ministeriale n. 37381 datata 29/08/2017 autorizza i dirigenti all’utilizzo degli elenchi incrociati per classe di concorso, in seguito alla constatazione dell’esaurimento di tutte le graduatorie e di tutte le MAD (messa a disposizione) degli abilitati su sostegno.

Questo implicherà che tali posti saranno ricoperti da personale privo di specializzazione ma anche di abilitazione su materia oltre che di esperienza in classe.

Si riporta il trafiletto a pag 3 della nota in oggetto:

Ove, infine esperiti tutti i tentativi di cui sopra, si renda necessario attribuire la supplenza ad aspiranti privi di titolo di specializzazione per carenza totale del personale specializzato, sia incluso che non incluso nelle graduatorie di istituto, i dirigenti scolastici individuino gli interessati mediante lo scorrimento della graduatoria di riferimento, se trattasi di scuola dell’infanzia e primaria e tramite lo scorrimento incrociato delle graduatorie d’istituto secondo l’ordine prioritario di fascia se trattasi di scuola secondaria di primo grado e di secondo grado (…)

In base a un ovvio principio di equità e ragionevolezza noi docenti di ruolo, abilitati su materia, con esperienza anche nel sostegno che non hanno ottenuto assegnazione provvisoria, costretti in alcuni casi a non poter lavorare per tutto l’anno, chiediamo di essere utilizzati nella nostra provincia per rispondere all’emergenza e priorità di assicurare tempestivamente il sostegno agli alunni disabili e per veder garantito il rispetto della nostra professionalità e dignità.

Cagliari 6/09/17

Silvia Atzeni
Anna Masala

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito