Il MIUR condannato al risarcimento di 40.000 euro per due collaboratrici scolastiche di Reggio Emilia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Tribunale di Reggio Emilia, con le sentenze n. 200 e n. 201 del 4 agosto 2017, ha accertato il diritto dei ricorrenti al riconoscimento come servizio di ruolo, sia ai fini giuridici che economici, dell’intero servizio non di ruolo svolto prima dell’assunzione a tempo indeterminato.

Il tribunale ha pertanto condannato il MIUR ad inquadrare i ricorrenti nella spettante fascia stipendiale a decorrere dall’a.s. 2011/12 con la relativa anzianità di servizio maturata e al pagamento degli arretrati spettanti.

Il ricorso è stato patrocinato dalla UIL Scuola di Reggio Emilia, attraverso lo studio legale degli avvocati Domenico Naso e Cinzia Ganzerli.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione