Miur chiede indietro soldi a Bussetti, Fratoianni (LeU): non più accettabile sua permanenza a provveditore di Milano

Stampa

Comunicato dell”On. Nicola Fratoianni (Leu) – Miur chiede indietro soldi a ex ministro Bussetti per false missioni e rimborsi bon dovuti. Fulgido esempio di amministratore leghista.

Ed ora, dopo l’apertura dell’inchiesta della Corte dei Conti, gli uffici del Miur dopo aver verificato chiedono indietro i soldi delle false missioni, delle diarie non spettanti, delle ricevute mancanti per migliaia di euro al ministro dell’Istruzione del passato governo. Non c’è che dire, un fulgido esempio di correttezza e trasparenza della classe dirigente di stampo leghista.”

Lo afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu dopo quanto pubblicato oggi dal quotidiano La Repubblica.

È bene che si vada fino in fondo – prosegue il parlamentare di Leu della Commissione scuola di Montecitorio- per rispetto delle centinaia di migliaia di docenti che per quattro lire svolgono un lavoro prezioso per il futuro del nostro Paese. E sarebbe bene anche che al Miur chi ha in passato ha chiuso un occhio per le irregolarità del ministro Bussetti venisse allontanato al più presto, se già non è stato fatto.

Cosi come non è più accettabile – conclude Fratoianni – la permanenza alla direzione del provveditorato di Milano del prof. Bussetti”.

Miur chiede a Bussetti di restituire 24.000 euro per viaggi privati e diarie non spettanti

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur