Miur aderisce a iniziativa Libri salvati

Stampa

Leggere per non dimenticare. La Biblioteca “Luigi de Gregori” del Ministero dell’Istruzione aderisce alla seconda edizione nazionale di Libri Salvati.

L’iniziativa è stata lanciata dall’Associazione Italiana Biblioteche (A.I.B), con un video che raccoglie le testimonianze di studenti, professori, bibliotecari.

E’ quanto si legge sul sito dello stesso Ministero dove viene rievocata la vicenda del 1933 di cui oggi ricorre il triste anniversario.

In quel 10 maggio, nel quartiere Mitte di Berlino e nelle città tedesche principali vennero dati alle fiamme i libri per volontà delle forze naziste al Governo. Fu il rogo più imponente, a cui assistettero il Ministro della Propaganda, Joseph Goebbels, utilizzando la lista stilata da un giovane bibliotecario, Wolfgang Hermann.

L’iniziativa di memoria per non dimenticare gli orrori prevede la lettura online di brani e testi gettati nel rogo. Sedici tra studenti, professori, bibliotecari e rappresentanti delle Istituzioni hanno prestato la propria voce e la propria immagine per la lettura. Tra questi il prof. Umberto Gentiloni, Ordinario presso l’Università di Roma Sapienza, Antonio Lampis, direttore generale della Direzione dei Musei del Mibact, Nando Tagliacozzo e Lea Polgar, tra gli ultimi testimoni viventi del periodo delle leggi antiebraiche in Italia, Sandro Bulgarelli, già direttore della Biblioteca del Senato, i registi Gianfranco Pannone e Massimo Martella e l’attore Massimo Wertmuller.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia