Mistero sulla 16enne trovata a vagare sul Grande Raccordo Anulare di Roma: dietro le dinamiche domestiche c’è un disagio profondo non rappresentato?

WhatsApp
Telegram

Non era stata abbandonata sul Grande Raccordo Anulare di Roma dalla madre infuriata per un brutto voto a scuola. La 16enne trovata a vagare dai vigili all’altezza della pericolosa Galleria Appia la sera di lunedì ha ritrattato la sua iniziale versione dei fatti.

Inizialmente, in lacrime, la ragazza aveva raccontato di essere stata fatta scendere dall’auto dalla madre 40enne per punizione dopo aver preso 5 in latino, un voto che le avrebbe abbassato la media dell’eccellente 9. Una versione che aveva portato a denunciare la donna per maltrattamento di minore.

Tuttavia, il giorno dopo, la 16enne ha ammesso: “Mi sono allontanata da casa da sola”, scagionando di fatto la madre. Un drammatico dietrofront che ha aperto nuovi interrogativi per gli investigatori.

Come è arrivata la studentessa in quel tratto così pericoloso del Gra? Le telecamere potranno aiutare a ricostruire l’accaduto? C’è un profondo disagio familiare dietro questo gesto? Qual è la reale vita domestica dell’adolescente?

Sono queste le domande a cui ora gli inquirenti cercano risposte, mentre sulla madre inizialmente si era mossa la macchina della giustizia con l’attivazione del Tribunale dei Minori. Un caso misterioso, quello della 16enne ritrovata in una situazione di elevato rischio sul Raccordo Anulare della Capitale, su cui gli investigatori vogliono far luce.

Alunna di 16 anni ritratta le accuse contro la madre dopo essere stata trovata sola sul Raccordo anulare: “Il 5 in latino? Me lo sono inventato”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri