Miss Universo, un’italiana in corsa: è un’ingegnera che sogna di ispirare le donne nelle materie scientifiche

WhatsApp
Telegram

Carmen Panepinto Zayati, 23 anni, con una laurea in ingegneria elettronica e attualmente immersa negli studi di biorobotica alla prestigiosa Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, rappresenta una fusione vivente di bellezza e cervello.

La sua prossima partecipazione alla finale di Miss Universo come rappresentante dell’Italia è una vetrina non solo della sua grazia esteriore, ma anche della sua ardente passione per il coinvolgimento delle donne nelle materie STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Matematica).

Carmen riflette su un apparente contrasto tra il mondo scintillante dei concorsi di bellezza e il rigore accademico, rivelando una sintesi profonda. “I concorsi di bellezza che ho frequentato durante l’adolescenza sembravano inizialmente in disarmonia con i miei sogni scientifici, motivo per cui li avevo abbandonati”, spiega. Tuttavia, l’orizzonte si è ampliato con Miss Universo, che valorizza le passioni e le vocazioni delle partecipanti, fornendo a Carmen una piattaforma globale per promuovere le materie STEM tra le donne.

L’incontro decisivo per Carmen si è svolto nel Campus di ricerca internazionale di Monterotondo, dove a 17 anni ha partecipato a una summer school organizzata da Adamas Scienza ed Embl in collaborazione con il Cnr. Questa esperienza ha rappresentato il primo passo verso il suo sogno di una carriera scientifica. La Stampa sottolinea come questo evento abbia acceso in lei la scintilla che l’avrebbe portata lungo un percorso di scoperte e ambizioni accademiche.

Oggi, con la ribalta di Miss Universo, Carmen è pronta a trasformare questa occasione in un catalizzatore per il cambiamento, mirando a ispirare altre giovani donne a esplorare le infinite possibilità offerte dalle discipline STEM.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti 30-60 CFU, apertura straordinaria e full immersion nel mese di luglio. Contatta Eurosofia