Miozzo (Cts): vaccino? Priorità a docenti. Tornare presto in presenza, la scuola è luogo sicuro

Stampa

Per ciò che riguarda il vaccino, “personalmente, ma è una valutazione solo mia, metterei la categoria dei lavoratori della scuola tra le priorità”.

A dirlo il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo, in un’intervista al Corriere della sera.

Sulla didattica a distanza, “noi come Cts abbiamo sempre avuto delle perplessità per gli effetti che l’allontanamento dalla scuola può avere anche a lunga distanza sui nostri ragazzi: se non riapriamo le scuole al più presto, rischiano di crescere una generazione di persone fragili e depresse”.

Miozzo sul ritorno a scuola il 7 gennaio auspica “che si riapra il prima possibile come è scritto nel Dpcm del 4 dicembre per almeno il 75 per cento degli studenti delle superiori”.

Infine sui contagi a scuola, il coordinatore del Cts ha partecipato alla presentazione di uno studio sul campo effettuato all’Istituto comprensivo Regina Elena di Roma. “La conclusione di questo studio – spiega Miozzo -, il primo in Italia così approfondito, è che la scuola è un posto sicuro per bambini e adolescenti”.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DIRETTA | Italia zona rossa, oggi la decisione. Alle 9.30 riunione Conte e capi delegazione. Tutti gli aggiornamenti

La riapertura delle scuole superiori il 7 gennaio è in bilico. Miozzo (CTS): “Dipende dalla curva dei contagi”

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione