Miozzo (Cts): molto preoccupato per feste Natale, a gennaio ci attende ritorno a scuola

Stampa

“Siamo molto preoccupati per le prossime settimane natalizie perché sappiamo quali possono essere i potenziali rischi d’incontro e convivialità tra le famiglie”.

Lo ha detto il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo a Mattino Cinque su Canale 5 sottolineando che “se non stiamo molto attenti, ripartirà una curva che non deve ripartire perché a inizio di gennaio ci attendono molte scadenze: il ritorno al lavoro, il ritorno a scuola, auspicabile, e l’inizio della campagna vaccinale. Appuntamenti troppo importanti ai quali dobbiamo arrivare preparati”

Queste le indicazioni del Cts: “Abbiamo detto di evitare gli assembramenti, evitare momenti di rischio nei quali le persone si riuniscono, tolgono la mascherina e si bevono l’aperitivo, come capita quando vediamo assembramenti di giovani fuori dai locali di ristoro. Quelle sono situazioni di criticità. Se poi queste cose si traducono nel “chiudiamo totalmente” per un giorno, per due giorni, per quindici giorni, non decide il Cts ma qualcun altro”.

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi