Docente presunto omofobo. Giannini “se vero, gravissimo”

WhatsApp
Telegram

Se i fatti sono confermati è "gravissimo" quanto successo in provincia di Perugia dove un professore è accusato di aver fatto violenza verbale e fisica a un alunno dicendogli fra l’altro che essere gay è una brutta malattia: così ha spiegato il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, che ha chiesto "immediatamente al preside " una relazione. Se i fatti emersi saranno confermati ci sono tutti gli estremi, secondo il ministro, per prendere provvedimenti.

Se i fatti sono confermati è "gravissimo" quanto successo in provincia di Perugia dove un professore è accusato di aver fatto violenza verbale e fisica a un alunno dicendogli fra l’altro che essere gay è una brutta malattia: così ha spiegato il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, che ha chiesto "immediatamente al preside " una relazione. Se i fatti emersi saranno confermati ci sono tutti gli estremi, secondo il ministro, per prendere provvedimenti.

Una relazione al ministro dell'Istruzione Stefania Giannini è stata inviata dall'ufficio scolastico umbro dopo che il professore è stato denunciato dalla famiglia dell' alunno che avrebbe insultato dicendogli "è brutto essere gay e tu ne sai qualcosa". Accuse che però il docente respinge. "Ho detto il contrario. Ma quale omofobia!". L'uomo sostiene di avere affermato che "essere gay non è una brutta malattia…".

L'80% circa di ragazzi  non parlerebbe mai del suo orientamento sessuale tra i banchi di scuola sia per la delicatezza della tematica, sia per la paura di non essere accettato. Lo rivela un sondaggio di Skuola.net.

Al riguardo gli studenti sembrano saperne abbastanza poco: alla domanda "Secondo te, chi è omosessuale potrebbe mai cambiare orientamento?" oltre il 48% ha confessato di non saper rispondere.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur