Ministro Fioramonti: scuola ultima cosa su cui tagliare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Fioramonti, commentando le parole del Presidente Mattarella, in occasione dei 150 anni dell’Associazione Italiana Editori, è intervenuto sui tagli all’istruzione.

Scuola ed economia

Queste le precisazioni del Ministro:

La scuola dovrebbe essere l’ultima cosa su cui un Paese fa economia. Immaginate uno Stato senza scuole o università. Per quanto bello, sarebbe uno stato morto. Conviene a tutti investire in istruzione. Costa meno formare il futuro di promettenti giovani, che dare sussidi a migliaia di adulti.

Infine vorrei ricordare le parole di Sydney J. Harris: “Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre”.

Il post completo

Oggi l’Associazione Italiana Editori compie 150 anni. Sia il presidente Mattarella che il presidente dell’Aie Ricardo Franco Levi hanno sottolineato quanto sia importante mettere al centro dell’agenda politica la scuola. Voglio solo aggiungere due concetti.

La scuola dovrebbe essere l’ultima cosa su cui un Paese fa economia. Immaginate uno Stato senza scuole o università. Per quanto bello, sarebbe uno stato morto. Conviene a tutti investire in istruzione. Costa meno formare il futuro di promettenti giovani, che dare sussidi a migliaia di adulti.

Infine vorrei ricordare le parole di Sydney J. Harris: “Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione