Ministro Fioramonti dichiari abilitati i Laureati AFAM con 24 CFA. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Simona Guerra – Gent.mo Ministro Fioramonti, siamo un movimento Spontaneo di laureati Afam e precari del Miur.

Dopo esserci consultati coi referenti dei 24 CFA di vari Conservatori/Accademie, con alcuni Direttori, sindacati, avvocati ed aver già scritto a Ministri, Senatori e Commissione Cultura, abbiamo maturato la richiesta di essere dichiarati abilitati in forza dei 24 CFA.

I CFA costituiscono infatti i contenuti salienti che un docente di musica/arte deve conoscere a completamento della sua laurea afam (vecchio o nuovo ordinamento).

Purtroppo negli ultimi anni molti ricorsi capillari in Italia hanno riconosciuto il titolo Abilitante della sola laurea AFAM ma, da quando è cambiato il Presidente del TAR Roma, i più recenti sono tutti respinti.

Sono partiti e stanno partendo decine di nuovi ricorsi ai vari giudici del lavoro che inseriscono in II fascia laureati Afam e non, in forza dei 24 cfu.

Ma la legge a riguardo NON è uguale per tutti: ogni giudice interpreta a suo giudizio la legge per cui si sta creando disparità di trattamento tra colleghi.

Chiediamo a lei e, al Presidente della Repubblica, di mettere fine a questa situazione emanando una legge che risani una volta per tutte la situazione degli AFAM.

I 24 CFA – diversamente dai CFU – sono ad obbligo di frequenza dell’80% solo per noi AFAM e, come ci hanno confermato i nostri docenti, comprendono i contenuti salienti dell’ex biennio in didattica abilitante: stessi programmi, stessi docenti, stesse discipline.

Per questo chiediamo che vengano riconosciuti.

Gli Afam hanno già perso 2/3 anni di servizio per colpa del Miur:
prima il vecchio ordinamento è stato reso equipollente alla triennale, così qualcuno ha perso 2 anni di servizio per avere il biennio nello stesso strumento/disciplina, per poi trovarsi ad avere un titolo che aveva già e che non può nemmeno far valere come punteggio.

Poi, un altro anno di servizio è stato perso per frequentare i 24 CFA, che molti nostri colleghi laureati hanno acquisito in modo telematico con 4 esami-test a crocette.

Siamo musicisti/artisti di Alta Formazione e abbiamo conseguito quanto richiesto ad un insegnante delle nostre discipline!

Non abbiamo intenzione di abilitarci pagando altri 3.000 euro di PAS a cui, tra l’altro, molti di noi non possono nemmeno accedere per i motivi sopracitati.

Il concorso ordinario include moltissime categorie di aspiranti docenti e le nostre classi di concorso sono sature.

Non chiediamo il ruolo: chiediamo di poterci ABILITARE in modo corretto e uguale per tutti e senza dover pagare o perdere altri anni di servizio.

Vogliamo FERMARE questi continui ricorsi discriminanti ai vari giudici del lavoro che, come abbiamo visto, decidono in modi diversi: abbiamo colleghi in seconda fascia, di cui qualcuno già in ruolo, che hanno meno titoli di alcuni di noi che sono fermi in terza fascia.

Siamo precari del Miur, futuri docenti uscenti da Istituti di Alta Formazione, Artistica o Musicale e chiediamo solo una legge che garantisca parità di trattamento per tutti.

Le chiediamo anche la possibilità di avere un appuntamento, per mettere sul tavolo la nostra richiesta e aprire un confronto sereno a riguardo.

Ringraziandola anticipatamente porgiamo cordiali saluti.

Movimento Spontaneo Afam – Accademie di Belle Arti e Conservatori.

Versione stampabile
soloformazione