Ministro della Pubblica Istruzione io la perdono !!! Lettera

Mi trovo davanti al computer a leggere slide in preparazione al concorso ….

La rabbia per troppi giorni mi è stata compagna e questo non va bene.

Mi trovo davanti al computer a leggere slide in preparazione al concorso ….

La rabbia per troppi giorni mi è stata compagna e questo non va bene.

Poi, tutto ad un tratto, senza nessun preavviso mi assale una sensazione: parte dal cuore e arriva alla mente.

Tutto ad un tratto mi esce una esclamazione:

Ministro della Pubblica Istruzione io la perdono !!!

La perdono per la cattiveria che ha messo in questo concorso.

La perdono per la poca sensibilità dimostrata nel rifiutare il dialogo e il confronto.

La perdono per le notti insonni passate a causa della lettura del bando di concorso.

La perdono per avermi sottratto la serenità che davo ai miei alunni.

La perdono per il tempo sottratto alla mia famiglia a causa di questo concorso.

La perdono per non avermi permesso di accedere ad un concorso per soli titoli.

La perdono perché mi sfrutta da molti anni, non mi paga i mesi estivi e adesso mi getta via.

La perdono per avermi fatto perdere la fiducia verso l’Istituzione che lei rappresenta.

La perdono perché mi ha fatto abilitare SENZA chiedermi la lingua Comunitaria e adesso me la chiede in questo concorso.

La perdono perché non ha saputo “evitare la guerra tra poveri” (PAS, TFA e altri) nell’assegnare punteggi Titoli adeguati.

La perdono per non aver valorizzato i miei anni di servizio.

Le chiedo scusa se non ho preso un Dottorato di Ricerca.

La perdono se a Settembre non mi farà più lavorare a causa dello “sforamento” dei 36 mesi di lavoro.

Dimenticavo … la perdono per lo stipendio che arriva in ritardo.

Ora io mi sento sereno con la mia coscienza perché l’ho perdonata.

 

Arrivederci caro Ministro Giannini.

Prof. Filippo Casarotto

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia