Ministro Cancellieri: “Ingiusto il pianto sui tagli alla scuola”. Bastico (PD): “Non si può chiedere sempre agli stessi di farsi carico della finanza pubblica”

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Il Ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, ai giovani del progetto educativo antimafia del Centro Pio La Torre è così intervenuta "C’è un continuo pianto sul fatto che la scuola viene tagliata. È così, ma non solo la scuola. Ci troviamo in un momento in cui si taglia ovunque. Certo la scuola è un ivestimento per il futuro, ma bisogna fare fronte a un Paese sull’orlo del baratro, con un debito spaventoso"

red – Il Ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, ai giovani del progetto educativo antimafia del Centro Pio La Torre è così intervenuta "C’è un continuo pianto sul fatto che la scuola viene tagliata. È così, ma non solo la scuola. Ci troviamo in un momento in cui si taglia ovunque. Certo la scuola è un ivestimento per il futuro, ma bisogna fare fronte a un Paese sull’orlo del baratro, con un debito spaventoso"

"Bisogna non piangere, ma fare bastare le risorse che ci sono, facendo funzionare con queste anche la scuola" – prosegue il Ministro.

Alle parole del Ministro risponde la Sen. Bastico (PD) "Il ministro Cancellieri penso conosca direttamente la realtà di tante scuole italiane, che operano in condizioni ambientali di estremo disagio e che, prive di ogni risorsa, sopravvivono con i contributi delle famiglie. Se le conosce sa benissimo che i docenti, i dirigenti, il personale ATA non si piangono addosso, ma si rimboccano quotidianamente le maniche per offrire ancora, nonostante tutti i tagli, una scuola pubblica di qualità.

"La protesta contro l’incremento delle ore di lezione frontale – conclude Bastico – non è un pianto, ma la giusta opposizione ad una norma che svilisce i docenti e che fa aumentare di un terzo l’orario, al di fuori di qualsiasi accordo contrattuale e riconoscimento economico".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur