Ministero taglia 20mila docenti: di più al Sud e Isole

Di
Stampa

Tmnews – Il ministero dell’Istruzione conferma i dati sui tagli per il prossimo anno scolastico: 19.700 cattedre in meno nella scuola pubblica, e le più colpite sono le regioni del Sud e le Isole.

Tmnews – Il ministero dell’Istruzione conferma i dati sui tagli per il prossimo anno scolastico: 19.700 cattedre in meno nella scuola pubblica, e le più colpite sono le regioni del Sud e le Isole.

In Sicilia sono previsti 2.534 posti in meno, in Campania 2.234, nel Lazio 1.989 secondo la bozza di decreto sugli organici 2011-2012 che sarà pubblicata la prossima settimana. La più colpita dai tagli è la scuola primaria, che perderà in tutto 9.252 posti. È confermato anche il numero di insegnanti che andranno in pensione: 27.400, che sommati agli attuali 23mila posti vacanti lasciano in positivo il saldo delle cattedre a disposizione dei precari, circa 30mila.

Stampa

Eurosofia: buone prassi per stimolare nei giovani un utilizzo consapevole dei social e del web. Prossimo incontro il 12 aprile. Relatore Prof. Francesco Pira