Ministero dell’Istruzione, si parte: la squadra di Bianchi è pronta. Le urgenze dall’emergenza covid al precariato

Stampa

Con la nomina dei capi dipartimento del Ministero dell’Istruzione la squadra di Patrizio Bianchi è completata e pronta per mettersi all’opera sui problemi della scuola. Primo fra tutti, la gestione della pandemia.

Nella serata del 26 febbraio si è completato lo scacchiere politico-amministrativo di Viale Trastevere: Stefano Versari, attuale Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, guiderà il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione. Versari, che prende il posto di Max Bruschi, aveva già fatto parte della task force istituita dal Ministero dell’Istruzione ad aprile 2020 dall’ex Ministra Azzolina e guidata proprio da Patrizio Bianchi. In verità la nomina di Verarsi era già nell’aria da settimane.

Conferma invece per Giovanna Boda che resta alla guida del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali. Così come Luigi Fiorentino, già annunciato in precedenza a rimanere capo gabinetto anche con il Ministro Bianchi.

Ministero Istruzione, capo del Dipartimento Stefano Versari, via Bruschi. Conferma per Giovanna Boda

Per quanto riguarda invece l’assetto “politico”, in settimana sono stati nominati i nuovi sottosegretari: Rossano Sasso, deputato della Lega e Barbara Floridia, senatrice del Movimento Cinque Stelle.

I temi urgenti: dal covid al precariato, fino alle graduatorie ATA

Adesso l’amministrazione sarà chiamata a fronteggiare i problemi relativi alla scuola. Su tutti bisognerà gestire la situazione di emergenza sanitaria dovuta al covid: le varianti stanno prendendo piede e le scuole iniziano già a chiudere. Nonostante la chiusura totale a livello nazionale non sia nei pensieri del Governo, la sensazione è che nelle prossime settimane ci possa essere un peggioramento. Per questo motivo, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, si è fatto portavoce delle richieste delle Regioni per avere un parere dal Comitato Tecnico Scientifico sull’apertura o chiusura delle scuole: gli esperti, dovrebbero fornire anche un report aggiornato sulla situazione epidemiologica complessiva delle scuole.

Covid scuola, Bianchi chiede un parere del Cts sui contagi: gli esperti forniranno un quadro sulla diffusione del virus. Rezza: “Chiusura scuole da considerare”

L’intera amministrazione sarà poi chiamata a “mettere mano” alle altre urgenze. I temi sono stati già accennati nel corso della prima riunione fra Bianchi e le organizzazioni sindacali: ci sarà da discutere subito su precariato e reclutamento, tanto che lo stesso Bianchi ha intenzione di aprire un tavolo denominato “primo settembre“.

Bianchi apre il dialogo con i sindacati e fissa le priorità: mobilità e reclutamento per avere i docenti in cattedra a settembre

Ma a proposito di prime mosse del nuovo Ministro, sarà operativo un tavolo di esperti per studiare la questione “recuperi degli apprendimenti perduti durante la Dad, allontanando dunque l’ipotesi di un prolungamento generalizzato del calendario scolastico.

Poi ci sono anche altre scadenze che impegneranno subito la macchina amministrativa: la mobilità e l’aggiornammo delle graduatorie ATA di terza fascia: nel primo caso è già iniziata l’interlocuzione con le organizzazioni sindacali, che chiedono, fra le altre cose, l’eliminazione del vincolo quinquennale. E poi c’è attesa di conoscere le date dei trasferimenti 2021, le cui domande dovrebbero comunque partire entro il mese di marzo.

Per quanto riguarda le graduatorie di terza fascia Ata, l’amministrazione dovrà monitorare attentamente per non incorrere nei “soliti” problemi di intasamento delle domande, previste anche in questo caso a breve. Gli aspiranti previsti sono davvero tanti e gestire tale situazione potrebbe già essere un duro banco di prova per la nuova amministrazione centrale che dovrà essere capace di raccordarsi e sostenere gli uffici periferici.

Graduatorie ATA terza fascia: domande online, titoli, servizi. Speciale AGGIORNATO, tutte le FAQ

 

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur