Mini call veloce sostegno, nessuna penalità per chi non presenta domanda ma “sfuma” il ruolo. Si assumerà ancora da GPS?

WhatsApp
Telegram

Domanda per la mini call veloce per coprire i posti residui di sostegno con docenti delle GPS di prima fascia ed elenco aggiuntivo che, volontariamente, presentano domanda per una o più province (della stessa regione) e si spostano quindi dalla propria per motivi professionali.

Domanda volontaria, nessuna penalità per chi non partecipa alla mini call veloce

Un’opportunità, per i docenti che la interpretano come tale e che hanno la possibilità personale di potersi spostare per la procedura finalizzata al ruolo.

A disposizione molti posti (più di 8.000) ma solo nelle regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte (con le dovute precisazioni), Veneto, Sardegna.

La domanda di partecipazione scade oggi alle 9, gli esiti non tarderanno ad arrivare.

Nessuna penalità per chi non partecipa alla mini call veloce, se non la consapevolezza che per l’anno scolastico 2023/24 sfuma la possibilità di assunzione per il ruolo e che si dovrà partecipare alle prossime procedure previste dal Ministero, ossia il concorso della fase transitoria previsto a breve, con tutto ciò che esso comporta. Ricordiamo infatti che anche il concorso è su base regionale e non è stato ancora specificato se tutte le regioni saranno coinvolte per i posti di sostegno e per tutti i gradi di scuola. Insegnanti precari scuola secondaria, 2023/24 impegnativo: concorso, percorso abilitante, immissione in ruolo. Parte la fase transitoria

Anche la partecipazione al concorso, di per sè, è volontaria.

La procedura di assunzione da GPS sostegno invece, al momento, non è contemplata dalla normativa.

Graduatorie regionali sostegno sostituiranno assunzioni per il ruolo da GPS provinciale?

Potrebbe invece essere “tirata fuori dal cassetto” la procedura regionale per il sostegno prevista dall’articolo 1, comma 980, della legge n. 178/2020 (legge di bilancio 2021), che ha modificato l’articolo 1 del DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, introducendo i commi  18-novies, 18-decies e 18-undecies  sui posti di sostegno residuati dalle annuali immissioni in ruolo (ivi compresa la Call veloce). Ecco cosa prevede

N.B. La procedura avrebbe dovuto essere avviata già quest’anno, ma è stata messa da parte per far posto allo scorrimento delle GPS sostegno prima fascia ed elenco aggiuntivo che, indubbiamente, ha assicurato l’assunzione finalizzata al ruolo di un numero maggiore di docenti e nella provincia scelta da loro.

I posti vuoti dalla mini call veloce saranno supplenze al 31 agosto 2024

I posti eventualmente residui dalla mini call veloce saranno supplenze al 31 agosto 2024, che potranno entrare nell’algoritmo già al primo turno di nomina essendo già nelle disponibilità censite dagli Uffici Scolastici.

Questa la risposta della sindacalista Chiara Cozzetto Anief alla domanda

Non poter partecipare alla mini call veloce comporta delle penalità?

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri