Milleproroghe, requisiti ammissione Maturità: no Invalsi e Alternanza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Milleproroghe, come comunicato, è ormai legge ed ha modificato, almeno per il corrente anno scolastico, i requisiti d’accesso alla maturità, già novellati dal decreto legislativo n. 62/2017.

D.lgs. 62/2017

Il decreto 62/2017, attuativo della legge n. 107/2015, ha previsto i seguenti requisiti d’accesso all’esame di maturità, a partire dal 2018/19:

a) frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato;

b) partecipazione, durante l’ultimo anno di corso, alla prova Invalsi;

c) svolgimento dell’attività di alternanza scuola-lavoro secondo quanto previsto dall’indirizzo di studio nel secondo biennio e nell’ultimo anno di corso;

d) aver conseguito la sufficienza (6) in tutte le discipline, fatta salva la possibilità per il Consiglio di classe di ammettere, con adeguata motivazione, chi ha un voto inferiore a sei in una disciplina (o in un gruppo di discipline che insieme esprimono un voto).

e) aver conseguito la sufficienza in condotta.

L’ammissione con l’insufficienza in una disciplina o gruppo di discipline, che insieme esprimono un solo voto, incide sull’attribuzione del credito scolastico.

L’insufficienza nella condotta determina, invece, la non ammissione all’esame.

Milleproroghe

Il Milleproroghe interviene sul suddetto decreto, prorogando al 2019/20 due dei sopra riportati requisiti: lo svolgimento dell’alternanza scuola-lavoro e la partecipazione alla prove invalsi.

Alternanza e Invalsi, comunque, resteranno (magari con qualche modifica).

Requisiti accesso maturità 2018/19

Alla luce delle succitate modifiche, al momento, i requisiti per essere ammessi all’esame di Maturità sono i seguenti:

a) frequenza per almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato;

b) aver conseguito la sufficienza (6) in tutte le discipline, fatta salva la possibilità per il Consiglio di classe di ammettere, con adeguata motivazione, chi ha un voto inferiore a sei in una disciplina (o in un gruppo di discipline che insieme esprimono un voto).

c) aver conseguito la sufficienza in condotta.

Versione stampabile
anief
soloformazione