Militari italiani donano computer ad una scuola del Libano e materiale sanitario per famiglie e bambini

WhatsApp
Telegram

I Caschi blu italiani, appartenenti al contingente della missione Unifil in Libano, hanno donato 10 computer portatili, una fotocopiatrice, una stampante e materiale di cancelleria agli studenti della scuola gratuita “Saint Joseph”, istituto comprensivo fondato e gestito dalle suore del sacro cuore di Gesù e Maria, situato ad Ain Ibill, località del sud del Paese.

L’istituto fornisce istruzione a circa 800 studenti, bambini e ragazzi tra i 3 e i 15 anni di ogni estrazione sociale e credo religioso, provenienti dal villaggio e dai vicini paesi del distretto di Bint Jbeil. Il progetto è stato realizzato dal personale della cellula Cimic-Civil military cooperation di Sector west, finanziato con i fondi del ministero della Difesa italiano; tutto il materiale è stato acquistato da fornitori locali, permettendo in questo modo una positiva ricaduta economica sul territorio.

La cerimonia di consegna si è svolta alla presenza delle autorità locali, della direttrice dell’istituto suor Maya Beaino, di una rappresentanza di studenti e genitori, oltre che dei militari della Brigata aeromobile “Friuli” e del generale Stefano Lagorio, comandante del contingente italiano.

I ringraziamenti ai caschi blu italiani e all’Italia in generale, come riportato sul sito del ministero della Difesa, sono arrivati da suor Maya Beaino per conto di tutti i docenti e gli studenti.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO