Milano, Ats: prossima settimana 20mila casi, scuola determinante nell’aumento dei contagi

Stampa

“A Milano la prossima settimana avremo 20.000 casi”. Lo ipotizza il direttore generale dell’Ats di Milano, Walter Bergamaschi, durante la commissione consiliare congiunta Affari istituzionali e Politiche sociali, che si è tenuta oggi a Palazzo Marino.

Il dato si riferisce alla quota settimanale e non giornaliera di nuovi positivi.

L’Ats ha registrato in questi giorni un Rt inferiore a 2, ma come sottolinea Bergamaschi, “bisogna arrivare a 1” per poter contenere l’epidemia. “Tra il 4 e il 10 ottobre abbiamo registrato 2.000 casi, dieci volte quelli di fine luglio. La settimana successiva siamo arrivati a 6.000 casi e negli ultimi sette giorni quasi 12.000. Sono raddoppiati”, spiega.

Determinante nell’aumentare la diffusione del virus è stata la riapertura delle scuole, secondo il direttore dell’Ats. Scuole in cui i nuovi positivi sono sempre di più: “Ora in un giorno abbiamo il numero di contagi che prima vedevamo nell’arco di sette giorni. La settimana scorsa eravamo attorno a 220 casi. Ora questo è un dato giornaliero. Nelle ultime 24 ore, ad esempio, sono centinaia i nuovi positivi negli istituti scolastici”. Questo vuol dire, continua Bergamaschi, migliaia di “contatti stretti” da tracciare.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!