Middle management da valorizzare a scuola: ma cosa e quali sono le competenze manageriali?

WhatsApp
Telegram

Dicevamo, in un precedente articolo che ci sono due tipi di abilità di cui hai bisogno per eccellere nella tua carriera (qualunque essa sia all’interno della variegata organizzazione della vita della scuola): hard skill e soft skill. Però, se vuoi essere un manager di successo, sia se tu sia un collaboratore del dirigente scolastico o, tu stesso, un DS, e lo vuoi essere in maniera competitiva, capace di dare prestigio al ruolo devi svilupparle entrambi, devi necessariamente possedere, o lavorare per svilupparle, alcune ben definite caratteristiche.

Le abilità difficili sono abilità tecniche e insegnabili

Le abilità difficili sono abilità tecniche e insegnabili che si apprendono attraverso la scuola, la formazione e l’esperienza lavorativa. Ad esempio, se sei un ingegnere del software, una delle tue abilità difficili potrebbe essere la competenza nei linguaggi di programmazione. Come dirigente scolastico, è importante sviluppare queste abilità in modo da poter guidare efficacemente gli altri ad affinare le stesse abilità. Lo è, vedete, anche se decidi di accettare, con consapevolezza e rigore, un ruolo apicale nella tua scuola, quello che abbiamo definito, in altri articoli, e che sta occupando le pagine dei giornali in queste ultime settimane, middle management.

Le competenze trasversali sono applicabili in qualsiasi ruolo o settore

Dicevamo, prima di entrare nel dettaglio dell’articolo, che le competenze trasversali sono applicabili in qualsiasi ruolo o settore e spesso sono ancora più importanti per la gestione delle competenze tecniche. Generalmente, le competenze trasversali si sviluppano nel tempo gestendo le proprie responsabilità e interagendo con gli altri. La risoluzione dei problemi, la gestione del tempo e la comunicazione verbale sono tutti esempi di importanti competenze trasversali.

Le hard skill e le soft skill

Mentre le hard skill sono fondamentali quando si completano compiti specifici, le soft skill sono essenziali quando si guidano le persone, si supervisionano i progetti e si prendono decisioni informate.

Abilità di gestione chiave

Le capacità di gestione più efficaci che dovresti sviluppare, indipendentemente dal tuo dipartimento o settore, possono essere raggruppate in cinque categorie principali. Categorie, all’interno delle quali, lavoreremo per definire caratteristiche essenziali e esempi concreti. E lo faremo a partire da alcune argomentazioni forte di un articolo scientifico (dove confluiscono i dati di una ricerca sul campo). Ma dettagliamole queste categorizzazioni:

  • Comando
  • Pianificazione
  • Strategia
  • Comunicazione
  • Organizzazione

La ripartizione di ciascuna categoria

A seguire, con il supporto e il contributo autorevole della ricerca di Indeed, forniremo una ripartizione di ciascuna categoria con diversi esempi utili e necessari a ridisegnare le proprie caratteristiche e ridefinire il proprio  ruolo. Modalità, questa, definire la capacità di preparare e di disegnate una visione per il futuro della propria scuola (nella comunità e nel territorio) e per definire strategie e soluzioni a problemi organizzativi e di gestione anche del personale dipendente o con il quale, come nel caso degli esperti esterni, si viene a contatto.

Qualunque sia la definizione manageriale del tuo ruolo, o che tu, in qualche modo, stia gestendo persone (in realtà anche il coordinatore di Interclasse, di Classe o di Intersezione, gestisce e coordina persone, nella modalità e con le caratteristiche che diremo più avanti), scrive Indeed – o progetti o che tu stia gestendo una combinazione dei due, la capacità di preparare una visione per il futuro e definire strategie per soluzioni è fondamentale e indispensabile per una buona gestione. Le capacità di pianificazione, infatti, aiutano nel chiarimento degli obiettivi e nella definizione del percorso più efficiente per raggiungerli.

Esempi più comuni di capacità di pianificazione

Ma quali sono gli esempi più comuni di capacità di pianificazione? Eccoli:

  • Pensiero critico
  • Flessibilità
  • Capacità cognitive
  • Ragionamento logico
  • Adattabilità al contesto, all’ambiente e al personale
  • Sviluppo scolastico-aziendale.

Sei un manager se sai individuare le inefficienze e identificare rapidamente le soluzioni alle sfide

Un manager strategico è chi è in grado di individuare le inefficienze e, rapidità, è in grado, autorevolmente, di identificare rapidamente le soluzioni alle sfide. Possono anche riconoscere i passi che ogni membro del team dovrebbe intraprendere per superare gli ostacoli e completare i progetti.

Esempi di abilità strategiche

Gli esempi di abilità strategiche più importanti, nello specifico, sono cinque:

  • Creatività
  • Risoluzione del conflitto (cosa assai frequente nei contesti lavorativi e la scuola non ne è esclusa affatto)
  • Pensiero strategico, cosa non facilmente identificabile
  • Risoluzione dei problemi
  • Pensiero analitico.

Il manager e gli esempi di capacità di leadership

In qualità di manager – scrive Indeed -forse sarai responsabile del controllo del lavoro degli altri e della implementazione della motivazione del team verso un obiettivo comune. Potresti anche essere responsabile della conduzione di riunioni, dell’assegnazione dei carichi di lavoro e del supporto della collaborazione tra team e dipartimenti. Capacità di leadership ben sviluppate ti aiuteranno a coordinare i compiti e dirigere tutte le parti per garantire che il lavoro sia completato secondo i piani e finito in tempo.

Esempi di capacità di leadership

Quali sono gli esempi più significativi che identificano e classificano la capacità di leadership? Ne indichiamo alcuni, i più rappresentativi:

  • Delegare compiti
  • Empatia
  • Affidabilità
  • Pazienza
  • Gestione delle relazioni
  • Decisività
  • Team building
  • Critica costruttiva
  • Integrità personale e nel lavoro
  • Mentoring
  • Motivare gli altri, non dimenticandosi di sé
  • Potenziamento.

Comprendere le esigenze e gli obiettivi dell’azienda e trasmettere queste informazioni ad altri

Per guidare efficacemente persone e progetti, devi essere in grado di comprendere le esigenze e gli obiettivi dell’azienda e trasmettere queste informazioni ad altri attraverso istruzioni semplici e dirette. Abilità comunicative ben sviluppate ti assicureranno di essere in grado di tradurre le informazioni più accurate alle persone giuste al momento giusto. I grandi comunicatori ascoltano attivamente, conservano bene le informazioni e le trasmettono efficacemente agli altri.

Esempi di abilità comunicative

Di seguito alcuni degli esempi di abilità comunicative individuate dalla ricerca-analisi:

  • Discorso pubblico
  • Comunicazione interpersonale
  • Negoziazione
  • Persuasione
  • Comunicazione scritta
  • Intervistare
  • Ascolto attivo
  • Collaborazione
  • Comunicazione verbale
  • Costruire relazioni.

Bilanciare molte attività contemporaneamente

In qualità di manager, dovrai bilanciare molte attività contemporaneamente. Spesso ciò significa controllare più tempistiche, scadenze ed eventi del calendario di progetti come riunioni, conferenze e presentazioni. Eccellenti capacità organizzative ti aiuteranno a rimanere al passo con il tuo lavoro, ridurre lo stress, impedire a te e al tuo team di perdere date critiche e assicurarvi di poter trovare le informazioni quando ne avete più bisogno. Trovarsi organizzato perfezionerà il tuo flusso di lavoro e ti assicurerà di completare le attività nel modo più funzionante immaginabile. Sarà anche un ottimo modo per farti apprezzare dagli altri dipendenti della scuola (non solo, dunque, docenti, ma anche personale ATA, ausiliario, figure esterne, fornitori e, perché no, genitori).

Le migliori capacità organizzative da segnalare

Quali possono essere le migliori capacità organizzative da segnalare? La ricerca di Indeed fornisce alcuni quadri esaustivi:

  • Gestione delle scadenze
  • Coordinamento eventi
  • Programmazione
  • Gestione di progetto
  • Tenuta dei registri
  • Impostazione degli obiettivi
  • Competenze amministrative
  • Gestione del tempo.

Assumersi nuove responsabilità e far crescere la propria carriera professionale

Assumere una posizione di middle management nella tua scuola (funzioni strumentali, referenze, collaborazioni, collaboratore del DS) può essere un’opportunità gratificante per:

  • contribuire in una modalità assolutamente significativa a un’organizzazione;
  • assumersi delle nuove responsabilità;
  • accrescere la propria carriera professionale.

Questi esempi, nel loro complesso e nella loro organicità, mostrano quanto sia importante una formazione apposita per garantire efficacia al Middle management e quanto sia necessario, al contempo, una propensione alla leadership. Essere in leader è importante.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur