Mida Precari, in vista del concorso: no ad azioni politiche che creino disparità tra abilitati

WhatsApp
Telegram

Questo il messaggio del Mida precari contenuto in un comunicato stampa inviato in redazione.

Questo il messaggio del Mida precari contenuto in un comunicato stampa inviato in redazione.

L'appello del MIDA si rivolge ai politici, ai quali chiedono di non tener conto di eventuali richieste di parte che puntino a creare differenze "finalizzate a creare ulteriori e ancor più deleterie discriminazioni tra abilitati".

Il timore del movimento è che eventuali sperequazioni, soprattutto "in prossimità dell'imminente bando di concorso, potrebbero ingiustamente e fatalmente incidere sulle modalità di svolgimento delle prove, come pure sulla tabella di  valutazione dei titoli."

Per tale motivo, il Movimento avanza la proposta della realizzazione di un tavolo di lavoro che sia inclusivo e condiviso, rivolgendo l'invito anche agli altri gruppi di precari, come l''Intergruppo parlamentare "TFA e precariato", che, secondo il MIDA, rischia di far pesare la bilancia eccessivamente verso gli abilitati TFA.

"Il Mida Precari – leggiamo nel comunicato – lavora da sempre affinchè le istanze dei docenti abilitati, ingiustamente esclusi dal piano assunzionale definito dalle L.107, siano armonizzate in modo da contemplare l'intera II fascia delle Graduatorie d'Istituto, senza creare disparità tra docenti, tutti in possesso della medesima abilitazione di Stato. Si ritiene pertanto indispensabile che quella parte della classe politica che riconosce il diritto alla stabilizzazione degli insegnanti di II fascia, al pari degli altri abilitati di Stato, continui a lavorare per tutelare e garantire questo diritto".

Tutto sul concorso a cattedra

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici, è in Gazzetta Ufficiale: preparati per le prove selettive. Il corso con 285 ore di lezione e migliaia di quiz per la preselettiva. A partire da 299 euro