Mida in convegno: vogliamo sapere perché siamo stati esclusi dalle assunzioni

WhatsApp
Telegram

Ieri, in Campidoglio, l'associazione Mida precari ha organizzato un convegno sulle questioni riguardanti i docenti iscritti nelle graduatorie d'istituto.

Ieri, in Campidoglio, l'associazione Mida precari ha organizzato un convegno sulle questioni riguardanti i docenti iscritti nelle graduatorie d'istituto.

Rosa Sigillò, del movimento MIDA precari, ha parlato così ai microfoni di OrizzonteScuola: "Siamo qui per ricostruire il rapporto con i politici." "Non capiamo – ha continuato – perché abilitati di Stato delle Graduatorie ad esaurimento, debbano entrare in ruolo e docenti altrettanto abilitati delle Graduatorie d'Istituto devono essere tagliati fuori. Non capiamo perché è stato permesso ai docenti delle GaE di essere assunti su un piano nazionale e noi con pari abilitazione stiamo a casa."

Presente anche la Lega Nord con il responsabile scuola Mario Pittoni, "L'ntenzione del Governo per la seconda fascia è tutta nei concorsi, per cui al momento l'unica cosa su cui lavorare è la modulazione dei concorsi in modo che la seconda fascia abbia possibilità per essere stabilizzata prima della scadenza dei 36 mesi di supplenze."

La Parlamentare Laura Marsilio di Fratelli d'Italia afferma che il piano di assunzioni non va a vantaggio della qualità dell'insegnamento, "molti docenti delle GaE  non insegnano materie che sono più necessarie per gli studenti. Le famiglie si renderanno conto di quello che è La Buona scuola".

Mentre Mario Mauro, dei Popolari d'Italia, denuncia una legge "retroattiva" che cambia "le carte in tavola dopo che è stata consumata una esperienza di vita".

La senatrice Blundo del Movimento 5 stelle ha, invece, posto la questione della costituzionalità della riforma e dell'iniziativa del Movimento che sta conducendo molte regioni a ricorrere.

A convegno ha partecipato anche Valeria Bruccola, dell'associazione ADIDA che difende i diritti dei docenti precari non abilitati di terza fascia. "Lo Stato ci ha negato il nostro status di lavoratori e ha impedito che il dibattito si centrasse su numeri certi del fenomeno del precariato. Ad oggi non sappiamo quanto ammonta con esattezza il precariato di II e III fascia".

Il video servizio

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito