‘La mia pensione’: il simulatore INPS per conoscere l’importo dell’assegno

di Lucrezia Di Dio
ipsef

Partirà dal 1 maggio 2015 il progetto dell’Inps “la mia pensione”, il simulatore che permetterà di calcolare l’importo dell’assegno futuro.

Partirà dal 1 maggio 2015 il progetto dell’Inps “la mia pensione”, il simulatore che permetterà di calcolare l’importo dell’assegno futuro.

Potranno accedere al simulatore tutti i lavoratori in possesso del Pin Inps e potranno simulare l’importo della pensione che andranno a percepire.

Giovedì 30 aprile il presidente dell’Inps, Tito Boeri, illustrerà ai lavoratori le funzionalità del simulatori e a quali platee di lavoratori esso è rivolto.

Quando si potrà andare in pensione e con quale assegno? Queste in pratica le domande cui il simulatore cercherà di dare una risposta quanto più vicina alla realtà dei fatti prendendo in considerazione i nuovi sistemi di calcolo, i contributi versati dal lavoratori (compresi quelli versati in gestioni diverse).




Attraverso il simulatore il lavoratore potrà vedere le diverse ipotesi di pensionamento cercando di capire se conviene più la pensione di vecchiaia o quella anticipata in base agli importi calcolati.

Per accedere al simulatore il lavoratore, oltre ad essere in possesso del Pin Inps, deve avere anche 5 anni di contributi versati, sia nelle gestioni di lavoratori dipendenti, sia in quelle dei lavoratori autonomi o in quella separata.

Non per tutti l’accesso sarà consentito il 1 maggio 2015: da quella data potranno accedere al simulatore soltanto i lavoratori con meno di 40 anni di età. A partire dal mese di giugno potranno accedervi i cinquantenni e poi via via i lavoratori più vicini al pensionamento.

Solo a partire dal 2016 potranno accedere a “la mia pensione” i lavoratori domestici e coloro che hanno versato contributi agricoli.

Per i dipendenti pubblici l’attesa sarà più lunga poiché questi ultimi potranno accedere al simulatore quando il sistema sarà interamente a regime, ovvero entro la fine del prossimo anno.

“La mia pensione”

Per accedere all’area “la mia pensione” bisognerà accedere al sito dell’Inps ne i “servizi online per il cittadino”. Accedendo al proprio conto contributivo il lavoratore potrà innanzitutto verificare se sono presenti errori o anomalie oltre a poter attivare il percorso che consente il calcolo della previsione della pensione.

Sarà possibile, in questa area, vedere le date presunte del pensionamento anticipato o di vecchiaia con la visualizzazione degli importi dell’assegno previdenziale. Il lavoratore potrà effettuare diverse simulazioni per confrontare i diversi importi e le diverse date presunte per il pensionamento.

Come avviene il calcolo dell’assegno previdenziale?

Il calcolo dell’importo della pensione viene effettuato tenendo conto anche dell’aumento della retribuzione dell’1,5% l’anno in base alla retribuzione attuale. La cifra dell’assegno dipenderà, oltre che dall’anno del pensionamento, anche dalle possibili variazioni dello stipendio strada facendo e, ovviamente, in base ai contributi versati. Il calcolo, si precisa è molto orientativo e servirà a fornire al lavoratore un’idea di massima per effettuare le celte ritenute più conveneienti.

Lo scopo del simulatore è quello di rendere i lavoratori più consapevoli della pensione che andranno a percepire, escludendo le variabili politiche che potrebbero influire sulla pensione in futuro perché se anche al momento il governo ha escluso tagli alla previdenza, non si può sapere cosa accadrà in futuro.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione