Metodologia CLIL: istruzioni per l’uso!

di redazione

OS.it consiglia Icotea – La scuola è in continuo mutamento. Cambiano gli studenti e gli insegnanti, cambia il contesto, cambiano le lingue. Dal punto di vista del docente, cambia anche il modo di esercitare la propria professione Questo processo di trasformazione comporta, come naturale conseguenza, l’adeguamento dell’insegnante stesso, delle proprie competenze e abilità al nuovo sistema scolastico. Tra le nuove competenze richieste vi è quella relativa alla conoscenza ed all’applicazione di una nuova metodologia: la metodologia CLIL.

Il termine CLIL è l’acronimo di Content and Language Integrated Learning, apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare. La Legge di Riforma della Scuola Secondaria di secondo grado avviata nel 2010 ha introdotto ‘‘l’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in una lingua straniera nell’ultimo anno dei Licei e degli Istituti Tecnici e negli ultimi tre anni di Licei Linguistici’’. Questa metodologia si sta diffondendo in Europa poiché la competenza linguistica in lingua straniera è ritenuta una dimensione chiave per il miglioramento dei curricoli scolastici. Questa metodologia deve avere delle caratteristiche fondamentali: deve essere adeguata all’età degli alunni, al compito, al contesto, alle competenze da sviluppare, ai diversi stili di apprendimento. Tale intento risulta problematico nel momento in cui si va incontro alle scarse conoscenze linguistiche degli alunni. Occorre, quindi, preparare con cura percorsi e interventi didattici personalizzati ed autentici al fine di imparare una lingua (ciò che sappiamo di una lingua) e imparare ad usare la lingua (come usiamo ciò che sappiamo in una lingua).

Ma quali “strumenti” possono aiutare i docenti nella realizzazione di percorsi CLIL? È necessario frequentare corsi di formazione ad hoc come il “Corso di perfezionamento sulla metodologia CLIL 1500 ore – 60 CFU – durata 12 mesi” proposto da ICOTEA, Istituto Formativo del settore Scuola, autorizzato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) con Decreto n. AOODGPER: 6833 del 19/09/2012 (si veda www.icotea.it/accreditamenti-e-certificazioni/). Il Corso si propone di fornire una formazione metodologico-didattica in ambito CLIL e si rivolge a tutti i docenti di discipline non linguistiche interessati nell’attuazione di programmi di istruzione attraverso una lingua straniera. Il Corso consente di conseguire un certificato attestante le competenze acquisite per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera ai sensi dell’articolo 14 del decreto del MIUR 10 settembre 2010, n. 249. Il titolo è utile per diversi sbocchi professionali quali graduatorie scolastiche, concorsi pubblici, libera professione e aggiornamento professionale. Inoltre, esso consente ai docenti di ottenere la convalida di 3 punti per le graduatorie d’Istituto di II e III fascia.

Tale corso, fruibile completamente online, può essere finanziato mediante il Bonus Docenti ed il Voucher Formativo Finanziato dell’Unione Europea. Per ulteriori informazioni scrivere a [email protected] o collegarsi al link http://bit.ly/299MAwx

Versione stampabile
Argomenti: