Metodo Montessori, valorizzare esperienza nella scuola dell’infanzia e primaria. Verso albo ad hoc per i docenti. Emendamento FdI

WhatsApp
Telegram

Valorizzare l’esperienza del metodo Montessori nella scuola dell’infanzia e in quella primaria. Questo sarebbe alla base, così come segnala Italia Oggi, di un emendamento, proposto da Fratelli d’Italia, al disegno di legge sulla riforma della valutazione della condotta (As 924-bis).

Il partito del premier Giorgia Meloni vorrebbe istituire un Albo dei Docenti Montessori.

Tale proposta sottolinea il proseguimento dell’impiego della differenziazione didattica nelle sezioni già gestite dall’Opera Nazionale Montessori a Roma. Il funzionamento di queste sezioni verrà regolamentato da un decreto specifico del Ministro dell’Istruzione e del Merito, previa consultazione dell’Opera Nazionale Montessori.

A partire dall’anno scolastico 2025/2026, altre istituzioni scolastiche potranno richiedere l’attivazione di classi di scuola secondaria di primo grado basate sul metodo Montessori, seguendo i criteri della sperimentazione nazionale triennale avviata con il decreto n. 237 del 30 luglio 2021 del Ministro dell’istruzione, Patrizio Bianchi. Le nuove classi verranno autorizzate dai dirigenti degli Uffici Scolastici Regionali competenti, nel rispetto delle risorse e dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico nazionale.

Le scuole che adottano il metodo Montessori dovranno garantire l’implementazione di un ciclo completo di scuola primaria, oltre a un tempo scuola prolungato, servizi di refezione scolastica e l’adeguamento di laboratori e materiali didattici in linea con i principi montessoriani. Inoltre, è prevista l’assegnazione di quote di organico aggiuntive, pari a nove ore settimanali per ogni classe attivata, a cura dell’ufficio scolastico territoriale.

Gli insegnanti coinvolti nella sperimentazione dovranno possedere una specifica specializzazione nel metodo Montessori. Infine, le sezioni che hanno iniziato la sperimentazione completeranno la fase sperimentale e verranno regolamentate secondo le nuove disposizioni.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00