Messina (IdV): si adeguino stipendi insegnanti italiani a quelli dei paesi europei

WhatsApp
Telegram

Il segretario nazionale dell'Idv Ignazio Messina chiede al Presidente del Consiglio di convocare la maggioranza per renderla partecipe del progetto di riforma, piuttosto che affidarsi alla conta, a scatola chiusa, in commissione e in Aula.

Il segretario nazionale dell'Idv Ignazio Messina chiede al Presidente del Consiglio di convocare la maggioranza per renderla partecipe del progetto di riforma, piuttosto che affidarsi alla conta, a scatola chiusa, in commissione e in Aula.

"Affinché sia davvero una 'buona scuola' è necessario ascoltare i protagonisti: gli insegnanti, gli studenti e sentire da chi opera nella scuola ciò che non va e ciò che va riformato. Una buona riforma non può essere imposta ma deve essere condivisa. L'Italia non può essere la serie B della cultura" scrive il segretario dell'IdV in una nota.

"Italia dei valori – continua Messina – vuole partecipare e contribuire a questo progetto di cambiamento, con i nostri rappresentanti già a partire dai lavori della commissione al Senato, proponendo tra l'altro l'adeguamento degli stipendi degli insegnanti italiani con quello degli altri paesi europei.

La riforma della scuola è fondamentale per migliorare nel nostro Paese il caposaldo della cultura e del futuro dei nostri giovani. Ci aspettiamo che il Presidente del Consiglio – conclude Messina – convochi subito, doverosamente e costruttivamente, la maggioranza che lo sostiene per renderla partecipe del progetto di riforma evitando l'inutile rischio di affidarsi alla conta, a scatola chiusa e alla cieca, in commissione e in aula".

Riforma e assunzioni. PD verso ok rapido. Martedì maxiemendamento, senza mediazione si va a fiducia. M5S: minacciate di non votare

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro