In Messico continuano le proteste contro la riforma dell’istruzione. Per OCSE l’istruzione messicana è la peggiore

di Giulia Boffa
ipsef

GB – In Messico nove insegnanti sono stati arrestati nella Piazza della Costituzione di Città del Messico, durante le manifestazioni contro la riforma della scuola voluta dal presidente Enrique Pena Nieto.

Gas lacrimogeni e idranti sulla folla, che si opponeva a nuovi standard nella valutazione dei docenti e alle limitazioni imposte ai sindacati. Almeno 15 sono state le manifestazioni in piazza degli insegnanti da quando è stata approvata la riforma.

GB – In Messico nove insegnanti sono stati arrestati nella Piazza della Costituzione di Città del Messico, durante le manifestazioni contro la riforma della scuola voluta dal presidente Enrique Pena Nieto.

Gas lacrimogeni e idranti sulla folla, che si opponeva a nuovi standard nella valutazione dei docenti e alle limitazioni imposte ai sindacati. Almeno 15 sono state le manifestazioni in piazza degli insegnanti da quando è stata approvata la riforma.

Secondo l’Ocse, il sistema dell’istruzione messicano è il peggiore nel rapporto costi/qualità dei Paesi membri della organizzazione.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione