Messa a disposizione: le statistiche aggiornate e i servizi di voglioinsegnare.it

di redazione

item-thumbnail

Sono molte le scuole che stanno cercando docenti e, una volta esaurite le graduatorie, per selezionare insegnanti utilizzano la messa a disposizione (MAD)ovvero l’invio della propria disponibilità a ruoli di supplenza.

Molte persone che hanno inviato la messa a disposizione tramite la piattaforma voglioinsegnare.it sono state contattate; in diversi casi, alcuni docenti sono stati convocati anche se solo in possesso della laurea triennale, laddove è stata riscontrata una carenza di insegnanti in graduatoria per alcune materie, come ad esempio matematica.

La carenza di docenti riguarda inoltre anche i ruoli di sostegno. Negli ultimi anni infatti, vista la carenza in alcune province di docenti in possesso dell’abilitazione per il sostegno, i dirigenti scolastici si sono visti costretti ad assegnare le cattedre anche a docenti senza abilitazione e titolo prescritto per tale insegnamento.

Per ricoprire la carenza di insegnanti di sostegno le scuole stanno quindi attingendo risorse dalle domande di messa a disposizione. Inviare la MAD consente pertanto di incrementare notevolmente le possibilità di essere contattati da parte degli istituti scolastici per insegnare o svolgere servizio come personale ATA.

voglioinsegnare.it fornisce il servizio di invio della domanda di messa a disposizione che consente, grazie ad una procedura guidata, la compilazione e l’invio della stessa a tutte le scuole di una o più province.

Grazie al numero altissimo di domande perventute, lo staff di voglioinsegnare ha analizzato i dati ricevuti negli ultimi sei mesi registrano un numero sicuramente minore di richieste per le seguenti province:

Mantova  Vercelli  Biella  Cremona  Rovigo  Ancona  Livorno  Belluno  Carbonia  Isernia  Terni  Piacenza  Olbia  Imperia  Sondrio  Asti  Siena  Genova  Savona  Rimini, Bergamo

Per quanto riguarda invece le classi di concorso, le più richieste in assoluto sono quelle che comprendono l’insegnamento di

A-11  Discipline letterarie e latino
A-12  Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado
A-13  Discipline letterarie, latino e greco
A-18 (A036 ) Filosofia e Scienze umane
A-19 (A043 A052 A051 A036 A037 A050 ) Filosofia e Storia
A-22  Italiano, storia, geografia, nella scuola secondaria di I grado
A-45 (A017 ) Scienze economico-aziendali
A-46 (A019 ) Scienze giuridico -economiche
A-26 Matematica
A-27 Matematica e Fisica
A-28 Matematica e scienze nella scuola secondaria di I grado
AAAA – Scuola dell’infanzia – Posto comune
EEEE – Scuola Primaria – Posto comune

Sul sito classidiconcorso.it è possibile trovare gli aggiornamenti più recenti relativi alle nuove classi di concorso 2017/2018 e tutti i titoli di accesso per accedervi.

Moltiplica le tue possibilità, aumenta il numero di scuole a cui proporre la tua candidatura. Fai sentire la tua voce insieme all’assistenza di voglioinsegnare.it.
Un team di consulenti pronto a rendere la tua candidatura efficace e a consigliarti al meglio per poter trasformare un incubo in un sogno.

Scopri tutti i servizi per inviare la tua domanda di messa a disposizione senza pensieri e con la sicurezza di un team di esperti.

Ecco gli strumenti che  voglioinsegnare.it ha sviluppato proprio per offrire un servizio ottimale di redazione e invio della propria candidatura:

MadExpress

Con MadExpress è possibile compilare la domanda di messa a disposizione, selezionando provincia e ordine di scuola, la tua domanda sarà inviata entro 4 ore alle scuole selezionate, inoltre un operatore telefonico sarà a tua completa disposizione per rispondere a qualsiasi domanda.
L’invio può essere effettuato tramite posta elettronica ordinaria o Posta Elettronica Certificata (PEC) creata su piattaforma Aruba.

In pochi clic centinaia di scuole in Italia riceveranno la messa a disposizione di chi aspira a insegnare o lavorare nel mondo dell’istruzione.

SCEGLITU

SCEGLITU è il nuovo innovativo servizio per la messa a disposizione, che consente di incrementare notevolmente le possibilità di essere contattati da parte degli istituti scolastici per insegnare o svolgere servizio come personale ATA.
Il servizio SCEGLITU consiste in un doppio invio della domanda di messa a disposizione, al costo di un solo invio, ovvero 19 euro per provincia scelta.
Due invii al prezzo di uno e il secondo invio decidi te quando effettuarlo!

  • La prima MAD verrà inoltrata alle scuole della provincia preferita a ridosso della richiesta, ovvero appena compilato il form e contattato il nostro operatore.
  • Il secondo invio gratuito sarai tu a deciderlo in seguito, grazie al servizio SCEGLITU. Nel caso non ci sia stato nessuna risposta, contattaci e provvederemo a inviare una seconda volta la domanda di messa a disposizione in modo totalmente gratuito.

N.B. Il secondo invio potrà essere effettuato entro il 31 dicembre 2017.

La promozione SCEGLITU sarà attiva solo per le MAD effettuate dal 1 novembre al 15 novembre.

Quali sono i vantaggi di SCEGLITU?

Consente di raddoppiare le possibilità di essere contattati dagli istituti scolastici; con il doppio invio, massimizza le chance lavorative, puoi inviare una seconda messa a disposizione entro l’anno; e puoi anche diversificare le province di invio!
Ad esempio, se la prima domanda di messa a disposizione è stata inviata nelle scuole della provincia di Milano, il secondo invio gratuito può essere effettuato nella provincia di Roma o in un’altra provincia a scelta.

La piattaforma on-line semplifica notevolmente la procedura di invio, tutelando i dati personali e consentendo di selezionare le zone geografiche specifiche nelle quali inviare la propria messa a disposizione.

È possibile in questo modo inviare la propria candidatura lavorativa in modo semplice, veloce ed efficace.

INVIA SUBITO LA TUA CANDIDATURA

Diventa insegnante con noi ! iscriviti alla nostra pagina facebook –> CLICCA QUI

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola. La loro storia può diventare anche la tua! –> GUARDA IL NOSTRO VIDEO

Versione stampabile
Argomenti: