Messa a disposizione: Col congedo parentale nuove cattedre vacanti

WhatsApp
Telegram

Come ogni anno, specie nelle regioni del Nord durante il periodo di fine dicembre-inizio gennaio, si registra una forte astensione dal servizio a causa di moltissime richieste di congedo parentale, che consiste nel diritto riservato ai genitori di godere di un periodo di astensione dal lavoro. Da fruire nei primi dodici anni di vita del bambino.

Quindi, proprio durante il periodo natalizio, i docenti inviano domanda per il congedo parentale. Ovviamente questa richiesta determina non poche difficoltà agli uffici scolastici, che si ritrovano a dover colmare il gap formato: cattedre vacanti e aule scoperte. Ovviamente, la continuità scolastica deve essere garantita, ed è proprio per questo che le segreterie scolastiche sono già a lavoro.

Infatti, ricercano personale docente disponibile in grado di supplire alla mancanza di insegnanti, che si verificherà proprio a partire da gennaio. Il congedo parentale dura circa sei mesi e a volte anche di più in particolari situazioni. Inoltre, c’è da sottolineare che col D.Lgs n. 80 del 15 giugno 2015 sono state apportate una serie di modifiche relative ai congedi per maternità/paternità. Infatti, il docente può:

  • Usufruire del congedo parentale per i primi 30 giorni con retribuzione pari al 100%, se fruiti i primi 12 anni del bambini (prima era di 8 anni);
  • L’indennità economica per il restante periodo è del 30%, se il bambino ha un’età inferiore ai 6 anni (prima era fino al 3° anno);
  • Il congedo per i bambini dai 6 ai 12 anni è indennizzato al 30%, se il richiedente ha un reddito inferiore a 2,5 volte il trattamento minimo pensionistico.

Questi cambiamenti hanno portato delle migliorie, in quanto gli insegnanti hanno la possibilità di poter seguire i propri figli in maniera più continuativa con la loro presenza. Il versante scuola, invece, ha dovuto organizzarsi adeguatamente per garantire continuità didattica, anche in questo senso, visto che il congedo parentale è stato esteso fino ai 12 anni del bambino. Il Dirigente Scolastico dovrà quindi tempestivamente prendere in considerazione gli insegnanti che hanno presentato domanda e che andranno a ricoprire le classi in cui il docente risulta assente. Proprio per questi motivi, c’è una maggiore possibilità di prendere servizio con la domanda di messa a disposizione ad inizio gennaio.

Messa a disposizione – INVIA SUBITO

A tal proposito, ‘Voglioinsegnare.it’ offre un servizio di invio automatico di messa a disposizione ad oltre 50 mila istituti. Il servizio dedicato agli insegnanti di Voglioinsegnare.it è il primo in Italia a garantire:

  • L’inoltro multiplo della domanda di messa a disposizione a più istituti di ogni ordine e grado e a più province;
  • La garanzia di invio con un report finale che verrà inviato al docente;
  • Assistente telefonica gratuita: uno staff di professionisti chiarirà i dubbi e i quesiti del docente.

Inviare la messa a disposizione con Voglioinsegnare.it è semplice e sicuro.

Sarà sufficiente inserire i propri dati anagrafici e i titoli di studio in vostro possesso. Il servizio invierà entro 48 ore la domanda di messa a disposizione presso le scuole selezionate. Vi ricordiamo che la messa a disposizione può essere inviata da tutti gli insegnanti in possesso di un titolo di studio che consente l’accesso ad una o più classi di concorso. Quindi, può essere presentata dai neolaureati, dai non abilitati, dai docenti non iscritti in graduatoria e da quelli iscritti.

Quest’ultimi potranno indicare una provincia diversa da quella di appartenenza. Inoltre, la piattaforma, specializzata nell’invio di MAD, ha messo a disposizione un servizio di statistiche di invio, dove vengono indicate le aree dove c’è maggiore possibilità di prendere servizio. Al momento i comuni meno richiesti risultano Asti, Olbia Tempio, Biella, Nuoro, Savona, Cremona, Fermo, La Spezia, Trieste, Rovigo, Carbonia, Isernia, Piacenza ed Imperia.

Invia la tua messa a disposizione in modo semplice e sicuro con Voglioinsegnare.it.

Messa a disposizione – INVIA SUBITO

Resta in contatto con il team di voglioinsegnare anche su Facebook vai su
https://www.facebook.com/voglioinsegnare.it

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff