Merito, valutazione qualità insegnamento: dirigente osserva docenti in classe

valutazione

La legge n. 107/2015, com’è noto, ha introdotto la valutazione del personale docente e la conseguente assegnazione di un bonus premiale ai “meritevoli”. Tale novità è stata accompagnata da non poche polemiche riguardanti soprattutto i criteri e le modalità di valutazione utilizzati dai dirigenti scolastici.

Ricordiamo che la valutazione deve avvenire sulla base dei criteri stabiliti dal Comitato di valutazione e deve riguardare:

a) la qualità’ dell’insegnamento e il contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica al successo formativo e scolastico degli studenti;

b) i risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e l’innovazione didattica e metodologica, nonché la collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche;

c) le responsabilità’ assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

L’elemento più complesso da valutare tra quelli sopra riportati è, come sottolineato da più parti, la qualità dell’insegnamento.

Il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Dossobuono, frazione del comune di Villafranca di Verona, sembra aver trovato la soluzione, adottando il metodo dell’osservazione diretta in classe. Il preside, infatti, come apprendiamo da larena.it, sta visitando nelle classi tutti i docenti dell’istituto comprensivo da lui diretto, al fine di poter dare una valutazione alla qualità e all’efficacia dell’insegnamento di ciascuno.

La modalità suddetta, come affermato anche dallo stesso dirigente, è la medesima utilizzata per i docenti in anno di prova e formazione.

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite